Uccise padre violento: assolto, lottò per sopravvivere

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Motivazioni sentenza, alternativa era lasciare uccidere altri
Motivazioni sentenza, alternativa era lasciare uccidere altri

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">TORINO</span>, 22 <span class="caps">FEB</span> – Colpì per “legittima difesa” nel<br /> corso di “una lotta ingaggiata per sopravvivere” Alex Pompa, il<br /> giovane che il 30 Aprile 2020, a Collegno (Torino) uccise a<br /> coltellate il padre, Giuseppe, per proteggere la madre da<br /> un’aggressione. E’ quanto scrivono i giudici Alessandra<br /> Salvadori e Melania Eugenia Cafiero, nelle motivazioni della<br /> sentenza con cui lo scorso 24. Novembre la corte di Assise, a<br /> Torino, ha assolto l’imputato. Secondo la ricostruzione dei<br /> magistrati l’episodio si sviluppò in un contesto “privo di<br /> alternative che non fossero colpire o soccombere ed essere<br /> ucciso e lasciare uccidere gli altri” presenti in casa. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.