This content is not available in your region

#Italychurchtoo: le associazioni cattoliche chiedono un'indagine indipendente

Access to the comments Commenti
Di Euronews con Ansa
AFP
AFP   -   Diritti d'autore  AFP   -  

Alcune associazioni del mondo cattolico lanciano la campagna #Italychurchtoo (anche la chiesa italiana), attraverso un hashtag da utilizzare sui social media, per chiedere a gran voce un'indagine che faccia luce sul fenomeno degli abusi sessuali commessi dal clero anche nel nostro Paese. Una sorta di Spotlight italiana, richiesta dai rappresentanti di varie associazioni e realtà del mondo cattolico oltre che vittime di abusi, tra cui l'Osservatorio Interreligioso sulle Violenze contro le Donne, Donne per la Chiesa, Voices Of Faith, Rete L'Abuso, Adista, Comité de la Jupe, Comitato Vittime e Famiglie, Noi siamo Chiesa, costituitesi nel Coordinamento delle associazioni contro gli abusi nella Chiesa cattolica in Italia. 

Una commissione indipendente per fare chiarezza

Una precisazione importante arriva però dagli organizzatori dell'iniziativa: l'indagine deve essere indipendente e non condotta dalla Conferenza episcopale italiana, come proposto dal cardinale Gualtiero Bassetti. "Una indagine del genere non può essere condotta in prima persona dalla Cei", ha spiegato Paola Lazzarini, presidente di Donne per la Chiesa. "È importante in questo momento non annacquare e concentrarsi all'interno della Chiesa cattolica che innanzitutto deve guardare in casa propria. Per noi la proposta di Bassetti è irricevibile e in questo senso speriamo anche nel prossimo cambiamento ai vertici della Cei", continua Paola Lazzarini.

Fare luce sui numeri del fenomeno

Le associazioni a capo dell'iniziativa reclamano un'indagine che faccia da apripista per i risarcimenti economici ma che permetta anche di stimare i numeri reali del fenomeno degli abusi, ancora sconosciuti in Italia ma, secondo molti, sottostimati rispetto ad altri Paesi europei. Secondo Francesco Zanardi, della Rete L'Abuso, "l'Italia è un'anomalia nel panorama mondiale. Dopo che sono emersi, grazie a una indagine indipendente, i dati della Francia, ci saremmo aspettati che questi spaventassero la magistratura e il governo visto che Oltralpe sono venute fuori 216mila vittime e il coinvolgimento di 3mila sacerdoti. L'Italia ha 30mila sacerdoti in più. Invece continuano le grosse reticenze da parte delle istituzioni e della stessa magistratura".

L'Italia è un'anomalia nel panorama mondiale.
Francesco Zanardi
Rete L'Abuso

Secondo la mappatura del fenomeno consultabile sul sito della Rete L'Abuso, si contano 360 casi negli ultimi 15 anni.

Altri Paesi europei come Germania e Francia hanno invece già istituito commissioni indipendenti per fare luce sugli abusi e risarcire le vittime.