This content is not available in your region

Canada, via i camion dal confine, ma le proteste si intensificano

Access to the comments Commenti
Di euronews
Canada, via i camion dal confine, ma le proteste si intensificano
Diritti d'autore  Ted Shaffrey/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.   -  

I manifestanti che in Canada si oppongono alle misure anti-covid, rispettando l'ingiunzione di un giudice, hanno ritirato i loro camion dall'Ambassador Bridge sul confine con gli Stati Uniti, e tuttavia il valico di frontiera continua a restare chiuso.

Il mezzo passo indietro si accompagna all'intensificarsi delle proteste in molte città del paese, a cominciare dalla capitale Ottawa, dove si sono radunati almeno 4000 manifestanti, secondo la polizia, che ha definito la manifestazione come una "occupazione illegale".

Le tensioni si riverberano anche sul piano politico e istituzionale, col primo ministro Trudeau che conferma di non voler fare ricorso all'esercito, ma allo stesso tempo afferma che "tutte le opzioni sono sul tavolo". Per il capo del governo le proteste sono il frutto dell'azione di "una frangia della società canadese", dunque non rappresentative della volontà generale.

La crisi sta costando al commercio tra Usa e Canada circa 300 milioni di dollari al giorno, essendo l'Ambassador Bridge il principale corridoio di traffico tra i due paesi.

Le proteste canadesi contro le misure di contenimento della pandemia si sono via via estese ad altri paesi, a cominciare dalla Francia, dalla Nuova Zelanda e dai Paesi Bassi. Negli Stati Uniti secondo un comunicato della direzione della sicurezza nazionale, una analoga protesta potrebbe scoppiare da un momento all'altro.