This content is not available in your region

Studenti in piazza a Bologna, questa maturità non ci rispetta

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Chiedono abolizione seconda prova e modifica alternanza
Chiedono abolizione seconda prova e modifica alternanza

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLOGNA</span>, 11 <span class="caps">FEB</span> – “Noi che frequentiamo il quinto<br /> anno siamo i più colpiti dalla pandemia”. Giuseppe Grande, 18<br /> anni, è uno studente iscritto al liceo scientifico dell’istituto<br /> ‘Giordano Bruno’ di Budrio, in provincia di Bologna. Questa<br /> mattina ha partecipato all’assemblea in piazza Maggiore insieme<br /> con altri studenti delle scuole bolognesi. Microfono aperto e<br /> numerosi interventi. Tra le richieste principali l’abolizione<br /> della seconda prova, una revisione dell’alternanza scuola lavoro<br /> e più investimenti per la sicurezza degli edifici scolastici. “Immaginate di fare una seconda prova che si basa su quattro<br /> materie sulle quali non hai avuto una preparazione sufficiente – ha aggiunto Grande – non possono chiederci di tornare ora alla<br /> normalità dopo che per tre anni siamo stati penalizzati”. Anche Alessia Varani, 18 anni, ha partecipato all’assemblea.<br /> È iscritta all’ultimo anno del liceo linguistico del Majorana di<br /> San Lazzaro di Savena, in provincia di Bologna. “La seconda<br /> prova penalizzerà molti studenti che hanno bisogno di voti alti<br /> per accedere ad alcuni corsi universitari – ha spiegato Varani – avremmo dovuto prepararci a una prova del genere già dal terzo<br /> anno, ma a causa della pandemia non è stato possibile”. Per<br /> Varani, inoltre, anche l’alternanza scuola lavoro rappresenta un<br /> problema da risolvere. “Gli studenti sono stanchi che alcuni<br /> loro compagni si rompono un piede al lavoro, ma anche di sapere<br /> che un ragazzo della loro età è stato schiacciato da un tubo – ha concluso – Non chiediamo che il Pcto (Percorsi per le<br /> competenze trasversali e l’orientamento, ndr) sia completamente<br /> abolito, ma sicuramente va cambiato perché così non va”. La<br /> mobilitazione proseguirà e gli studenti hanno annunciato che<br /> scenderanno di nuovo in piazza venerdì 18 febbraio. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.