This content is not available in your region

Variante Omicron, cambiano i sintomi nei bambini: ecco cosa aspettarsi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Variante Omicron, cambiano i sintomi nei bambini: ecco cosa aspettarsi
Diritti d'autore  AP   -  

Sintomi diversi che devono essere trattati in maniera differente: nell'ospedale pediatrico di Sankt Augustin, vicino a Bonn, in Germania, i bambini ricoverati per aver contratto in maniera grave il Covid, contagiati dalla variante Omicron, presentano un quadro clinico inedito.
Allo stesso tempo, la durata delle degenze ospedaliere per i piccoli pazienti si è ridotta.

Gerd Horneff è dirigente medico al Sankt Augustin. Spiega cosa è cambiato: "Questa malattia causa principalmente problemi gastrointestinali o patologie generali. I bambini sembrano avere un avvelenamento del sangue, una sepsi, sono molto sofferenti, hanno bisogno di una trasfusione. Non mangiano e non bevono, ma non hanno malattie respiratorie".

Le patologie respiratorie più gravi, che si verificavano durante la prima ondata Covid, con i bambini a volte in terapia intensiva per settimane, non esistono più.
Ma la pandemia, e le circostanze che ne conseguono, hanno arrecato altri danni ai più piccoli, legati alle restrizioni adottate per arginare il diffondersi del contagio. Quindi, le intensive lavorano senza le congestioni del passato, ma lo scenario resta - per diversi motivi - preoccupante.

"Abbiamo riscontrato un aumento della sofferenza psicologica - spiega Horneff - Per esempio, non ho mai visto così tanti bambini che soffrono di anoressia e si ammalano così gravemente da dover essere ricoverati in ospedale come in questo periodo pandemico".

L'ospedale ha anche un centro di vaccinazione per i bambini: da dicembre sono state somministrate più di 6.000 dosi.

Quasi il 20% dei 5 milioni e 300mila bambini tra i 5 e gli 11 anni è stato vaccinato almeno una volta e quasi il 60% degli adolescenti fino ai 17 anni è già alla seconda dose.