This content is not available in your region

Morto durante stage: a Bologna occupato liceo, 'solidarietà'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Studenti lamentano 'poca organizzazione per misure anti-Covid'
Studenti lamentano 'poca organizzazione per misure anti-Covid'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLOGNA</span>, 01 <span class="caps">FEB</span> – Dopo il liceo Copernico, a Bologna<br /> questa mattina è stato occupato anche il liceo Laura Bassi di<br /> via Sant’Isaia. Ad annunciarlo sono stati gli studenti che,<br /> usciti dalle aule, hanno sintetizzato le ragioni della<br /> contestazione organizzata anche “in solidarietà e in memoria di<br /> Lorenzo, il 18enne friulano – spiega una delle rappresentanti<br /> degli studenti – che ha perso la vita durante l’ultimo giorno di<br /> stage”. Tra i punti della protesta c‘è anche “la gestione delle<br /> misure per contenere i contagi da coronavirus: i docenti – prosegue la rappresentante – non sono organizzati: nelle aule<br /> manca la distanza di sicurezza e, per seguire il tracciamento<br /> dei contagi, c‘è solo una insegnante per 1.480 studenti e che<br /> non lavora nel week end. Quindi, molti studenti, perdono<br /> giornate di scuola perché lei non può materialmente rispondere a<br /> tutti. Abbiamo chiesto di turnare gli intervalli, per usare gli<br /> spazi all’aperto, e occorre un rinnovo delle aule e del sistema<br /> di riscaldamento”. Gli studenti, infine, chiedono anche di<br /> potere dire la loro “sull’impiego dei fondi del Pnrr dato che,<br /> una buona parte, verrà usata per alimentare il sistema<br /> scolastico”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.