This content is not available in your region

Giustizia: addio al poliziotto che arrestò Mario Chiesa

Access to the comments Commenti
Di ANSA
E' morto a Milano Rocco Stragapede, lavorò con Di Pietro
E' morto a Milano Rocco Stragapede, lavorò con Di Pietro

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 01 <span class="caps">FEB</span> – Si è spento nella notte a Milano<br /> Rocco Stragapede, uno degli storici e stretti collaboratori di<br /> Antonio Di Pietro durante la stagione di Mani Pulite. A darne<br /> notizia è stato Giancarlo Spadoni, il collega e amico di<br /> trent’anni, tanto è trascorso dal periodo di Tangentopoli, pure<br /> lui parte della squadra di polizia giudiziaria dell’ex<br /> magistrato. Stragapede, 71 anni e malato da tempo, ha lasciato la moglie<br /> Giovanna e il figlio Gabriele, sempre vicini a lui nel tentativo<br /> di “alleviare le sue sofferenze”. Arrivato in procura a Milano come assistente di polizia alla<br /> fine degli anni ’80, ha fin da subito lavorato con Di Pietro.<br /> Prima dell’arresto di Mario Chiesa, l’allora presidente<br /> socialista del Pio Albergo Trivulzio finito in cella per aver<br /> intascato una rata da 7 milioni di una tangente per la<br /> concessione di un appalto, – operazione a cui aveva preso parte<br /> assieme ai carabinieri – con Di Pietro ha lavorato a una serie<br /> di inchieste tra cui quella con al centro la maxi truffa delle<br /> patenti. “Se ne è andato un amico e un combattente – ricorda Spadoni<br /> -. E’ un altro pezzo del mio mosaico che se ne va”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.