This content is not available in your region

Diffondeva immagini porno di minorenni, 21enne arrestato

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Operazione della Polizia postale coordinata da Procura di Bari
Operazione della Polizia postale coordinata da Procura di Bari

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BARI</span>, 29 <span class="caps">GEN</span> – Un ragazzo di 21 anni accusato di<br /> pornografia minorile nei confronti di adolescenti tra i 12 e i<br /> 16 anni, e di altri reati legati alla diffusioni di immagini<br /> pedopornografiche, è stato arrestato dalla polizia in esecuzione<br /> di un’ ordinanza di custodia cautelare emessa dal <span class="caps">GIP</span> presso il<br /> Tribunale di Bari su richiesta della Procura. Il provvedimento è<br /> stato eseguito da personale della Polizia postale di Foggia e<br /> del compartimento Polizia postale e delle comunicazioni di Roma. Il giovane è accusato di pornografia minorile, per aver<br /> indotto una minore a produrre foto in cui doveva mostrarsi nuda,<br /> di istigazione a pratiche di pedofilia, per aver creato numerosi<br /> canali su un noto social network destinati allo scambio di<br /> materiale pedopornografico, invitando i partecipanti a<br /> diffondere immagini e video di ragazze ed i loro nomi, per<br /> favorirne l’adescamento, e di detenzione di materiale<br /> pedopornografico per aver detenuto sui dispositivi centinaia di<br /> immagini e video pedopornografici. L’indagine è partita da una<br /> denuncia sporta dai genitori di una minorenne. In particolare,<br /> la madre si era accorta che la figlia, dopo essere stata<br /> contattata su un social network, aveva subito delle richieste<br /> estorsive da parte di una persona che, minacciandola, era<br /> riuscita ad ottenere foto in cui la ragazza si mostrava nuda. La<br /> polizia postale è riuscita a risalire al giovane arrestato che,<br /> secondo l’accusa, aveva creato numerosi canali social dove<br /> pubblicava e invitava a pubblicare foto e nomi di ragazze<br /> minorenni. Nel corso di una perquisizione in casa del giovane sono stati<br /> sequestrati i suoi dispositivi elettronici con centinaia di<br /> immagini e video di natura pedopornografica. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.