Avvelenò cani e specie protette, un anno a un pastore sardo

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Condannato anche a risarcire alcuni cacciatori
Condannato anche a risarcire alcuni cacciatori

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">SASSARI</span>, 14 <span class="caps">GEN</span> – Condanna a un anno di reclusione<br /> per l’uccisione tramite avvelenamento di una quindicina di<br /> animali, tra i quali alcuni appartenenti a specie selvatiche<br /> protette. È la pena, con sospensione condizionale, che si è<br /> visto infliggere ieri dal Tribunale di Sassari Giovanni Moro,<br /> allevatore 65enne di Laerru. L’uomo tra il 2015 e il 2017 aveva<br /> sparso bocconi avvelenati nelle campagne attorno al suo<br /> appezzamento, per sterminare alcuni animali selvatici che<br /> riteneva minacciassero il suo gregge di pecore. A morire uccisi<br /> dal veleno furono però anche numerosi cani da caccia di<br /> proprietà dei cacciatori che frequentavano la zona, corvi<br /> imperiali e gatti.<br /> Le prove degli avvelenamenti erano state raccolte grazie alle<br /> indagini del Corpo forestale. La giudice Anna Giuseppina Pintore<br /> ha condannato l’allevatore anche al pagamento di un risarcimento<br /> di duemila euro al proprietario di uno dei cani uccisi e di<br /> mille euro ciascuno ad altri due cacciatori costituitisi parte<br /> civile al processo. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.