This content is not available in your region

Scuola: a Milano i primi rientri in classe, tante le assenze

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Studenti e insegnanti divisi su scelta di riprendere in presenza
Studenti e insegnanti divisi su scelta di riprendere in presenza

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 07 <span class="caps">GEN</span> – Mentre per la maggior parte delle<br /> scuole lombarde il rientro in classe è previsto per lunedì 10<br /> gennaio, alcuni istituti milanesi hanno riaperto i loro portoni<br /> già da oggi. Se il Tito Livio ha optato per una ripartenza in Dad, almeno<br /> per oggi e domani, il liceo classico Manzoni ha confermato le<br /> lezioni in presenza. E infatti, pur senza creare affollamenti – anche grazie agli ingressi scaglionati e alle tante assenze a<br /> causa delle quarantene -, centinaia di studenti si sono<br /> ritrovati oggi fuori dall’istituto di via Orazio in attesa del<br /> rientro in classe, discutendo di vacanze e compiti assegnati, ma<br /> soprattutto di positività, quarantene e didattica a distanza. Diverse le opinioni dei liceali, divisi tra chi avrebbe<br /> optato per un rientro in Dad e chi, invece, minaccia di occupare<br /> la scuola qualora qualora si dovesse arrivare a questa<br /> soluzione. “Secondo me è necessario fare il possibile per<br /> mantenere le lezioni in presenza – spiega Carlo -, anche a costo<br /> di occupare la scuola e i miei genitori sono d’accordo”. “Oggi<br /> saremo in 11 in classe perché gran parte dei miei compagni sono<br /> in quarantena o positivi – aggiunge lo studente di quarta liceo<br /> -. In condizioni normali, se ci fossimo contagiati in classe,<br /> saremmo già in Dad, ma visto che ognuno si è contagiato alle<br /> feste di Natale e a Capodanno per conto suo, iniziamo in<br /> presenza” Come testimonia Stefania Carleo, docente al liceo classico<br /> Manzoni, “anche tra noi insegnanti ci sono opinioni contrastanti<br /> sul rientro a scuola in presenza o meno”. “Dal mio punto di<br /> vista però, con precauzione, ma è giusto tornare in classe – aggiunge la professoressa -. Saremo molto attenti nei confronti<br /> dei ragazzi, utilizzeremo tutti la mascherina Ffp2 che tra<br /> l’altro è stata fornita a tutto il personale dalla direzione<br /> scolastica. Dobbiamo darci un po’ una mano noi docenti e i<br /> ragazzi. Cercherò comunque di sensibilizzarli nuovamente<br /> sull’importanza del giusto distanziamento e dell’importanza di<br /> indossare correttamente le mascherine. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.