Carceri: Sappe, detenuto tenta strangolare agente

Access to the comments Commenti
Di ANSA
E' accaduto a Castrovillari. Capece, non si placano aggressioni
E' accaduto a Castrovillari. Capece, non si placano aggressioni

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CASTROVILLARI</span>, 22 <span class="caps">SET</span> – Dopo avere effettuato una<br /> telefonata un detenuto del carcere di Castrovillari ha aggredito<br /> un sovrintendente della Polizia penitenziaria tentando di<br /> strangolarlo con il filo dell’apparecchio. A riferirlo è il<br /> segretario generale Sindacato autonomo polizia<br /> penitenziaria(Sappe), Donato Capece.<br /> “Non si placano – afferma Capece – le aggressioni nei confronti<br /> dei poliziotti. Questa volta si tratta di un detenuto, già<br /> sottoposto per tre volte a Tso e che di fatto non dovrebbe<br /> neanche essere ristretto in un istituto di pena ma assegnato ad<br /> una Rems. Il detenuto è stato segnalato al Provveditorato<br /> dell’Amministrazione penitenziaria di Catanzaro per una serie<br /> infinita di aggressioni al personale, ma che continua a restare<br /> in quella sede rendendosi protagonista di numerosi eventi<br /> critici. La situazione è grave e inaccettabile. Esprimo, a nome<br /> del Sappe, vicinanza e solidarietà al collega ferito nonché<br /> calorosi auguri di una pronta guarigione”. “Servono interventi urgenti e strutturali – prosegue Capece – che restituiscano la giusta legalità al circuito penitenziario<br /> intervenendo in primis sul regime custodiale aperto. I numeri<br /> degli eventi critici accaduti nelle carceri italiane nel primo<br /> semestre del 2021 sono allucinanti: 5.290 atti di<br /> autolesionismo, 44 decessi per cause naturali, 6 suicidi e 738<br /> sventati dalla Polizia Penitenziaria, 3.823 colluttazioni, 503<br /> ferimenti. In pratica, ogni giorno nelle carceri italiani<br /> succede qualcosa”. Nello stesso arco di tempo, rileva il Sappe “nelle carceri<br /> della Calabria si sono contati 127 atti di autolesionismo, 25<br /> tentati suicidi sventati in tempo dalla Polizia Penitenziaria, 3<br /> decessi per cause naturali, 1 suicidio, 142 colluttazioni e 14<br /> ferimenti: cifre comunque contenute grazie alla professionalità,<br /> all’abnegazione ed al senso del dovere della Polizia<br /> Penitenziaria, che ha comunque bisogno di uomini e nuovi<br /> strumenti operativi per fronteggiare l’emergenza in atto”.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.