Beauty: fatturato cosmesi 2021 +6,7%, ritorno negozi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Il 55% ne ha nostalgia. Il Report Cosmetica Italia a Cosmoprof
Il 55% ne ha nostalgia. Il Report Cosmetica Italia a Cosmoprof

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 09 <span class="caps">SET</span> – Dopo tanto shopping online per<br /> comprare i prodotti per l’igiene personale e la bellezza durante<br /> la pandemia, il 55% degli italiani ha nostalgia dei negozi. E ci<br /> torna volentieri, sorprendendo le previsioni che davano per<br /> spacciate profumerie e rivendite in crisi. Nel dettaglio, di pari passo col boom dell’e-commerce<br /> durante i lunghi mesi dei lockdown (+42%), è cresciuta anche la<br /> voglia di provare di nuovi i prodotti di persona (per il 55 %<br /> degli italiani), di verificarli in negozio (36%), di gironzolare<br /> per gli scaffali in cerca di novità (per il 34%). Il desiderio<br /> di tornare alla normalità è stato sondato da Cosmetica Italia e<br /> lo studio è stato presentato questa mattina all’assemblea<br /> pubblica dell’associazione, dal titolo ‘Fiera e industria per la<br /> ripartenza: i driver del settore cosmetico tra sfide future e<br /> new normal’. Il meeting si è svolto a Bologna durante<br /> OnBeauty by Cosmoprof Worldwide Bologna in corso fino al 13<br /> settembre. “Secondo le nostre proiezioni il fatturato in Italia<br /> a fine anno crescerà del 6,7% e quello globale del comparto del<br /> 6,2%, – ha dichiarato Gian Andrea Positano, responsabile Centro<br /> studi di Cosmetica Italia. “La domanda dei consumatori nel 2022<br /> in Italia supererà i livelli pre-covid del 2019 e prevediamo un<br /> aumento del consumi interni del 4,1% nel 2022 che toccheranno i<br /> 10.912 milioni di euro. Cresce la nostalgia per lo shopping<br /> tradizionale, esperienziale. L’online, cresciuto del 42%, ha<br /> rivoluzionato il settore ma il digitale non sostituirà il<br /> retail, semmai si integreranno sempre di più”. Dopo il calo<br /> dei consumi del 2020 i primi sei mesi del 2021 forniscono<br /> segnali incoraggianti: trucchi per occhi (+12,2%), creme e gel<br /> per le mani (+9,3%), sieri per il viso (+8%), collutori (+4,7%)<br /> , balsami per capelli e shampoo (rispettivamente + 4,4% e +<br /> 0,2%), oltre che saponi per il corpo (+2,3%). Ha detto Renato<br /> Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia: “Il fatturato di<br /> settore si attesta sui 10,6 miliardi, che salgono a 33,2 se si<br /> considera l’intera filiera. Oltre 4,1 miliardi di export e una<br /> bilancia commerciale del valore di 2,3 miliardi. Un mercato<br /> interno prossimo ai 9,8 miliardi. Tre gli imperativi:<br /> internazionalizzazione, digitalizzazione e sostenibilità”.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.