This content is not available in your region

Scomparso nella cascata è salvo, si era rifugiato in grotta

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Rimasto per un giorno in un anfratto a fianco colonna d'acqua
Rimasto per un giorno in un anfratto a fianco colonna d'acqua

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BELLUNO</span>, 06 <span class="caps">SET</span> – Un uomo scomparso ieri in una<br /> cascata lungo il torrente Maè, e che soccorritori avevano dato<br /> per morto, si è salvato restando per un giorno all’intero di una<br /> grotta, parzialmente allagata, in cui l’aveva spinto l’enorme<br /> pressione della colonna d’‘acqua. Il torrentista, un 43enne<br /> zoldano, è stato recuperato nel primo pomeriggio dal Soccorso<br /> Alpino e dai vigili del fuoco, e portato in ospedale. Le sue<br /> condizioni sarebbe gravi. Stamane le strutture di soccorso<br /> avevano dato ufficialmente l’uomo per deceduto, non avendo<br /> trovato il corpo agganciato all’imbrago e alle corde recuperate<br /> in una pozza inavvicinabile per la forza della corrente (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.