This content is not available in your region

Donna aggredita e percossa, quattro arresti nel Napoletano

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Indagini sono state coordinate dalla Dda di Catanzaro
Indagini sono state coordinate dalla Dda di Catanzaro

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">TORTORA</span>, 06 <span class="caps">SET</span> – Sono stati arrestati all’alba e<br /> posti ai domiciliari dai carabinieri della Compagnia di Scalea i<br /> presunti responsabili dell’aggressione, avvenuta ad agosto<br /> scorso ai danni di una donna in vacanza a Tortora. Le accuse<br /> nei confronti degli indagati, due uomini B.G. e B.C.<br /> rispettivamente di anni 45 e 72 anni e due donne M.L. di 70 e<br /> S.A di 40 anni, sono di “tentata rapina e lesioni personali<br /> aggravate”.<br /> Gli arresti sono stati fatti a San Giorgio a Cremano (Napoli),<br /> con il supporto dei militari della Compagnia di Torre del Greco,<br /> in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal<br /> Gip del Tribunale di Paola, Rosamaria Mesiti su richiesta della<br /> locale Procura. Il provvedimento scaturisce da un’attività<br /> d’indagine che ha consentito di documentare l’aggressione<br /> violenta, in due fasi, ai danni della donna, una ricercatrice di<br /> origine potentina residente a Roma.<br /> Il primo episodio risale al 4 agosto scorso quando la donna,<br /> dopo aver accudito alcuni cuccioli di cani randagi avrebbe<br /> subito da parte degli indagati minacce di morte estese ai suoi<br /> familiari ed ai cagnolini che aveva appena curato e portato con<br /> sé per poterli successivamente affidare ad un’associazione di<br /> volontariato e il secondo accaduto il 6 agosto mentre la donna<br /> era in bici e che si sarebbe concretizzato con il tentativo da<br /> parte di una ragazza di sottrarle il telefono cellulare a cui si<br /> è aggiunta l’aggressione da parte di altri due uomini, uno dei<br /> quali, dopo averle detto “ora ti faccio vedere io” l’avrebbe<br /> colpita con pugni all’altezza dell’occhio sinistro.<br /> Un’aggressione brutale che, secondo quanto emerso dalle indagini<br /> svolte nell’immediatezza dai carabinieri di Praia a Mare,<br /> sarebbe proseguita con la vittima rovinata a terra e presa a<br /> pugni con varie lesioni come emerso dai referti ospedalieri.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.