This content is not available in your region

La Guardia Costiera italiana interviene in aiuto della Nave di Banksy

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
La Guardia Costiera italiana interviene in aiuto della Nave di Banksy
Diritti d'autore  Santi Palacios/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.   -  

La Guardia costiera italiana è intervenuta per prestare assistenza alla Louise Michel, la nave battente bandiera tedesca finanziata dal celebre 'street artist' britannico Banksy.

Dopo il drammatico SOS lanciato dalla Louis Michel, sul posto è arrivata una motovedetta di Lampedusa che ha imbarcato le 49 persone ritenute più vulnerabili. Si tratta di 32 donne, 13 bambini e 4 uomini. Anche il cadavere dovrebbe essere portato sulla terraferma.

Da venerdì notte l’equipaggio stava chiedendo aiuto. Numerosi i messaggi lanciati via Twitter dove si leggeva che la "l'imbarcazione è in una condizione di grave emergenza. “Le istituzioni italiane ed europee devono intervenire per mettere in salvo tutte le persone a bordo, circa 219, Sono a due ore da Lampedusa" è l'appello lanciato da Mediterranea Saving Humans.

Secondo gli SOS la nave è sovraffollata e incapace di muoversi dopo aver incontrato un'altra barca che tentava di attraversare il braccio di mare che divide l'Europa e l'Africa con 130 persone a bordo.

Ancora sbarchi a Lampedusa

Intanto non si fermano gli sbarchi sulle coste italiane. Oltre 500 persone, in tutto, sono sbarcate a Lampedusa, dove i centri di accoglienza sono già stracolmi. L’hotspot, che era stato liberato per due terzi solo pochi giorni è nuovamente sopra quota mille. Altri sbarchi sono stati registrati a Marzamemi, a sud di Siracusa (49 persone) ad Agrigento e in Calabria. Una settantina di migranti sono arrivati dalla rotta Turchia-Grecia, erano su una nave arrivata a Roccella Jonica.

Emergenza migranti in mare

In mare, invece in attesa di un “pos”, ovvero un “porto sicuro”, ci sono ancora la Sea Watch 4 con 201 migranti e una portacontainer dansese con 27 persone. della compagnia danese Maersk, la Etienne, che da 24 giorni ha a bordo 27 persone salvate nella area Sar (di ricerca e soccorso) di competenza di Malta che le aveva chiesto di intervenire.