This content is not available in your region

Bielorussia, continuano le proteste contro Lukashenko

Access to the comments Commenti
Di Marta Brambilla
Bielorussia, continuano le proteste contro Lukashenko
Diritti d'autore  Evgeniy Maloletka/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.   -  

Erano in 200mila, ancora, in piazza domenica a Minsk. Da piazza dell'Indipendenza alla residenza presidenziale, per chiedere le dimissioni di Alexander Lukashenko, a due settimane dalla sua rielezione, considerata totalmente illegittima.

Maria Kolesnikova, del consiglio di coordinazione dell'opposizione spiega:  "La nostra resistenza è una maratona. Il regime non può affrontarla ma noi ce la faremo. Abbiamo il potere, la volontà, e il supporto gli uni degli altri. Tutti dobbiamo scrivere, uscire, far sentire la nostra voce, lamentarci, rifiutarci di cooperare, boicottare, dissentire e fare pressione".

Durante la manifestazione Lukashenko, con indosso un giubbotto antiproiettile, osservava la scena dall'alto di un elicottero. atterrato nella sua residenza, ha impugnato un fucile automatico, salutando i soldati in servizio. Lukashenko ha chiarito che è pronto a far intervenire l'esercito.

La folla si è dispersa in modo volontario.

A supporto della Bielorussia, una catena umana di centinaia di persone si è formata sullo storico ponte Charles a Praga, nella Repubblica ceca dove sventolavano centinaia di bandiere biancorosse della Bielorussia.Una ragazza, originaria di Minsk racconta che non può restare a guardare: "sono qui solo perchè non posso essere in Bielorussia adesso e voglio davvero dimostrare il mio supporto e la solidarietà alla mia gente perchè quello è il mio Paese e tutto quello che sta succedendo là è triste e mi spezza il cuore. Spero davvero che insieme possiamo dare vita a un cambiamento."

La gente è scesa in piazza anche in Estonia, a Tallin, nonostante la pioggia, marciando dall'ambasciata bielorussa a piazza della Libertà.