This content is not available in your region

Giudice lo consola e Kyrgios riparte

Access to the comments Commenti
Di ANSA

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 31 <span class="caps">AGO</span> – Ha staccato il biglietto per il terzo<br /> turno degli US Open Nick Kyrgios e se c‘è riuscito deve dire<br /> grazie… anche all’arbitro di sedia più che al suo coach. Proprio<br /> così, l’australiano, numero 30 della classifica mondiale e<br /> 31esima testa di serie, ha superato in rimonta, in quattro set<br /> (46 76 63 60), il francese Pierre-Hugues Herbert, numero 75 Atp,<br /> ma sul campo 17 di Flushing Meadows si è vista una scena<br /> piuttosto inedita, dal momento che sul 64 3-0 in favore di<br /> Herbert, con il 23enne di Canberra apatico e con evidenti segni<br /> di frustrazione per i tanti errori che stava commettendo,<br /> proprio l’arbitro di sedia Mohamed Lahyani è sceso dalla sua<br /> postazione per incoraggiare Kyrgios, che con le braccia dietro<br /> la testa stava mordendo l’asciugamano: “Voglio aiutarti. Io vedo<br /> le tue partite e tu sei qualcosa di formidabile per questo<br /> sport. Ora quello in campo non sei tu, lo so”, le parole che si<br /> sono potute udire di Lahyani.</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.