This content is not available in your region

Doping: atletica, sospeso keniano Bett

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Doping: atletica, sospeso keniano Bett
Bronzo mondiale 800 positivo all'Epo, ultimo di una lunga serie

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MONTECARLO</span>, 27 <span class="caps">AGO</span> – Ancora l’ombra del doping<br /> sull’atletica leggera del Kenya. Il ventenne mezzofondista<br /> Kipyegon Bett, bronzo sugli 800 ai Mondiali di Londra 2017 dopo<br /> aver vinto l’anno prima il titolo iridato junior, è risultato<br /> positivo all’Epo e è stato sospeso. Lo ha annunciato l’ente<br /> ‘Integrity Unit’ che, per conto della Iaaf, si occupa dei<br /> controlli. Ora Bett rischia uno stop di 4 anni dopo che, due<br /> settimane fa, aveva rifiutato di sottoporsi a un controllo a<br /> sorpresa. Bett è l’ultimo di una serie di atleti del Kenya che,<br /> nei mesi scorsi, sono rimasti coinvolti in storie di doping.<br /> Prima di lui era toccato al campione olimpico 2008 degli 800 e<br /> tre volte campione del mondo sui 1500 Asbel Kiprop(Epo), alla<br /> specialista dei 10.000 metri Lucy Wangui (morfina) e al<br /> vincitore della maratona di Atene Samuel Kalalei (Epo). Inoltre<br /> c‘è stato il caso della campionessa olimpica di Rio dei 3.000<br /> siepi Rutj Jebet, 19enne keniana di nascita ma naturalizzata per<br /> i colori del Bahrein: anche lei sospesa per positività all’Epo.</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.