This content is not available in your region

Stupri in ospedale, arrestato nega

Access to the comments Commenti
Di ANSA

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 23 <span class="caps">AGO</span> – Si è difeso negando le violenze<br /> sessuali e l’estorsione il romeno senza fissa dimora di 35 anni<br /> arrestato martedì all’ospedale di Torrette ad Ancona, con<br /> l’accusa di avere stuprato una donna (ma c‘è anche la denuncia<br /> di un’altra), anche loro senza fissa dimora e di averle<br /> costrette a consegnargli i soldi raccolti chiedendo l’elemosina<br /> nei pressi del nosocomi. Davanti al gip Sergio Casarella, oggi<br /> nell’interrogatorio di garanzia nel carcere di Montacuto, in<br /> carcere, ha spiegato la sua versione dei fatti. “Mi accusano perchè vogliono il mio posto per chiedere<br /> l’elemosina – ha detto Valer Lacatus alla presenza del suo<br /> avvocato Mauro Paolinelli -, e non è vero che le ho violentate”.<br /> Lacatus di solito staziona nei pressi dell’ingresso principale<br /> dell’ospedale. Il suo legale ha chiesto gli arresti domiciliari.<br /> impegnandosi a trovare un domicilio entro domani e a comunicarlo<br /> al giudice che si è riservato di decidere. Per il romeno<br /> potrebbero farsi avanti dei parenti che vivono ad Ancona.</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.