This content is not available in your region

Migranti: in centro anche topi morti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Migranti: in centro anche topi morti
Sindaco Cascina, per stare così potevano stare in Africa

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PISA</span>, 23 <span class="caps">AGO</span> – Tubi fatiscenti che scaricano liquidi<br /> direttamente sui letti degli ospiti, con lenzuola non cambiate<br /> da mesi, odori insopportabili un po’ ovunque e topi morti. E’<br /> quanto emerso, secondo quanto si apprende, nel sopralluogo<br /> effettuato stamani da vigili del fuoco e ispettori dell’Asl nel<br /> centro di accoglienza per migranti a La Tinaia, nel comune di<br /> Cascina (Pisa). L’ispezione è stata disposta dalla prefettura<br /> dopo la protesta dei richiedenti asilo che stamani si sono<br /> barricati nel centro lasciando fuori gli operatori. Una<br /> relazione dettagliata, con tanto di foto, è attesa per domani. Alcune di queste foto le ha postate su fb il sindaco leghista<br /> di Cascina, Susanna Ceccardi, che chiede da tempo la chiusura<br /> della struttura: “Per stare così, potevano restare in Africa”,<br /> ha detto. “E chi ha guadagnato milioni di euro alle spalle dello Stato<br /> approfittando del sistema di accoglienza, deve pagare”, ha<br /> concluso Ceccardi.</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.