This content is not available in your region

Saluto romano a Marzabotto, nessun reato

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Saluto romano a Marzabotto, nessun reato
Per la Procura non c'è stato pericolo per l'ordine democratico

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLOGNA</span>, 20 <span class="caps">AGO</span> – Non c‘è reato nel comportamento<br /> del calciatore dilettante Eugenio Maria Luppi, che esultò con un<br /> saluto romano e mostrando una maglietta della Repubblica Sociale<br /> nel campo di Marzabotto, paese dell’eccidio nazifascista. Per la<br /> Procura di Bologna, che ha chiesto l’archiviazione poi disposta<br /> dal Gip, “nessun pericolo all’ordinamento democratico può<br /> essersi riscontrato”. Luppi era indagato per apologia di<br /> fascismo. Nella richiesta del pm si dice che quello di Luppi, difeso<br /> dall’avvocato Alessandro Veronesi, è stato “un gesto isolato, di<br /> un giovane che non pare nemmeno avere avuto piena contezza del<br /> grave significato della simbologia esposta e che, lungi dal<br /> voler diffondere o rafforzare l’ideologia del disciolto partito<br /> fascista a danno dei valori democratici e costituzionali, si è<br /> poi scusato cercando, invece, l’incontro” con Franco Leoni<br /> Leutizi, “sopravvissuto alla strage di Marzabotto, che gli ha<br /> offerto la sua testimonianza a spiegazione della gravità del<br /> gesto mostrato”.</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.