West Nile, l'infezione non in Alto Adige

Access to the comments Commenti
Di ANSA
West Nile, l'infezione non in Alto Adige
Primaria malattie infettive, contagio da uomo a uomo impossibile

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLZANO</span>, 17 <span class="caps">AGO</span> – “Il decorso cronologico mostra<br /> chiaramente che il paziente è stato infettato dal virus quando<br /> si trovava ancora a casa propria, perché il periodo di<br /> incubazione è compreso tra dieci e 14 giorni. Per quanto ne<br /> sappiamo, ad oggi, in Alto Adige non vi sono zanzare infette da<br /> questo tipo di virus”. Lo afferma la primaria del reparto<br /> Malattie infettive dell’ospedale di Bolzano, Elke Maria Erne,<br /> sull’infezione da virus West Nile che ha colpito un turista<br /> proveniente dalla provincia di Verona. L’uomo, 64 anni, si è sentito male il giorno del suo arrivo<br /> in Val Badia, il 4 agosto. Due giorni dopo è stato ricoverato a<br /> Bolzano. Il 10, ha mostrato i segni di un’infiammazione delle<br /> meningi. Eseguito il test per il virus del West Nile, è<br /> risultato positivo. Il paziente è stato trasferito all’ospedale<br /> Borgo Trento di Verona. Il virus del Nilo occidentale, ha spiegato la dottoressa<br /> Erne, può essere trasmesso all’uomo solo tramite puntura di<br /> zanzare infette, una trasmissione da uomo a uomo è impossibile.</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.