ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caravaggio e l'arte dei suoi discendenti

Lettura in corso:

Caravaggio e l'arte dei suoi discendenti

Caravaggio e l'arte dei suoi discendenti
Dimensioni di testo Aa Aa

Da anni autentici pool di scienziati si sono messi alla ricerca, grazie alle nuove e sofisticate tecnologie, dei discendenti di qualche personaggio non solo famoso, ma con qualche secolo sulle spalle. E' il caso anche di Michelangelo Merisi.

Le ossa appartenenti al Caravaggio vennero trovate e riesumate una decina d'anni fa nel piccolo cimitero di Porto Ercole, in Toscana dove mori nel 1610 e subito vennero attenzionate da antropologi e paleontologi che, incrociando documenti e alberi genealogici, riuscirono ad individuare alcune persone, con ogni probabilità, discendenti del celebre pittore, artisti anche loro e dal cognome che non lasciava dubbi: Merisio.

Le certezze arrivarono anche grazie all'esame del DNA ricavato da quello scheletro, compatibile con il loro. A condurre i lavori, lo storico Silvano Vinceti: "Prendemmo il loro DNA e lo comparammo con quello delle ossa. Speravamo di risolvere il mistero"

Alberto Merisio vive a Caravaggio, paese lombardo che ha preso il nome del celebre artista e di professione, e non è un caso, fa il pittore.
''Quando mi hanno chiamato per darmi il risultato del test ho pensato, ma è mai possibile che io sia il discendente di un grande pittore? Alla fine fu proprio cosi, i Merisio sono discendenti diretti del Caravaggio, siamo dello stesso ceppo".

Pepi Merisio, invece è un apprezzato fotografo
''Qualche critico mi è venuto a dire che le mie fotografie sono come le pitture di Caravaggio. Mi è venuto da ridere, ma alla fine il paragone non è cosi inappropriato. Entrambi abbiamo capito, in epoche diverse, che è la luce a fare la differenza".

Altro da Cult