ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Seconda giornata del Grand Prix di judo 2018 a Budapest: sul podio Ungheria, Russia e Giappone.

Lettura in corso:

Seconda giornata del Grand Prix di judo 2018 a Budapest: sul podio Ungheria, Russia e Giappone.

Seconda giornata del Grand Prix di judo 2018 a Budapest: sul podio Ungheria, Russia e Giappone.
Dimensioni di testo Aa Aa

Nella seconda giornata del Grand Prix di judo di Budapest il pubblico ha avuto l'eroe tanto atteso, l'ungherese Miklos Ungvari emerge in finale nella categoria meno di 73 chili contro l'ex campione ,tre volte vincitore di un World Champion, Ebinuma Masashi.

Le sorti della sfida si sono decise in un momento di tensione in cui Ebinuma passa all'attacco di Ungvari che riesce a prevederlo e atterra Ebinuma di schiena. Il video del'arbitro ha deciso poi il risultato.

Con questo ippon Ungvari diventa il Campione del Grand Prix di judo 2018 all'età di 37 anni e il nostro uomo del giorno.

Dopo il combattimento mostra tutto il suo stile intrattenendosi con i giovani fan presenti

Ungvari dice di voler restituire a questo sport tanto amato quello che ha ricevuto in tanti anni ed anche a questi giovani dallo sguardo lumimoso. Vorrebbe offrire in cambio questo sport che adora,sa infatti quanto significhi per loro e per lui.

La nostra donna del giorno sul tatami è la giapponese Nouchi Ami che ha battuto la tedesca Martyna Trajdos in finale nella categoria meno di 63 chili.

All'ultimo ha segnato un ippon che le ha regalato il terzo world judo tour di quest'anno.

Nouchi Ami dice di aver affrontato un'avversaria difficile e forte e di aver aspettato il momento giusto, non era calcolato, ma alla fine è arrivato il momento opportuno per un uchimata.

Di nuovo azione in un combattimento per il bronzo nella categoria fino a 63 chili con il fantastico contrattacco della judoka Andreja Leski della vicina Slovenia segnando un ippon che le regala la vittoria sulla canadese Stefanie Tremblay.

Il russso Alan Khubetsov raggiunge la vetta del podio per la categoria meno di 81 chili in finale contro il giapponese Kohara Kenya con un ippon con cui si aggiudica il suo primo oro in due anni

Il Giappone sale sulla vetta nella categoria meno di 70 chili con l'oro di Niizoe Saki

La mossa del giorno va allo svedeseRobin Pacek in uno dei combattimenti per il bronzo, nella categoria meno di 81 chili, dove con un atterramento ha avuto la meglio sull'olandese Frank de Wit