ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza: tre morti mentre si tratta la tregua

Lettura in corso:

Gaza: tre morti mentre si tratta la tregua

Gaza: tre morti mentre si tratta la tregua
Dimensioni di testo Aa Aa

Notte di guerra tra Israele e la Striscia di Gaza. Almeno 35 razzi sono stati sparati verso il sud di Israele, la cui rappresaglia ha causato tre morti, tra cui una donna incinta e la figlia di un anno e mezzo. Da parte israeliana nessun morto, ma 11 feriti, di cui uno grave.

Le ultime violenze seguono l'uccisione a Gaza di due esponenti di Hamas in un attacco delle forze armate israeliane. Secondo la stampa locale, i miliziani hanno aperto il fuoco sui soldati dello Stato ebraico, provocando la reazione dei militari. Per i palestinesi, invece, gli spari sono stati esplosi durante un addestramento e non erano diretti ai militari.

La nuova escalation militare è arrivata proprio mentre si tratta la tregua tra Hamas e Israele nei negoziati indiretti mediati dall'Egitto con il sostegno dell'Onu. In ballo ci sarebbe l'apertura permanente del valico di Rafah con l'Egitto, un allentamento delle condizioni al valico di Kerem Shalom con Israele, il ritorno dei corpi dei soldati israeliani e di altri due israeliani ancora in vita nelle mani di Hamas e la fine totale del lancio di aquiloni incendiari dalla Striscia in Israele.

Secondo un'alta fonte militare israeliana, citatata dai media, Israele sta mandando rinforzi al sud e sarebbe pronta a un'operazione su vasta scala a Gaza.

Il presidente Abu Mazen sta tenendo "intensi contatti internazionali a tutti i livelli per fermare l'escalation israeliana contro il popolo palestinese nella Striscia di Gaza". Lo riferisce l'agenzia ufficiale Wafa secondo cui Abu Mazen ha "invitato la comunità internazionale a intervenire immediatamente e con urgenza" per fermare l'escalation e "non trascinare la regione in ulteriori distruzioni e instabilità".