ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: roghi dolosi, la testimonianza di un sopravvissuto

Lettura in corso:

Grecia: roghi dolosi, la testimonianza di un sopravvissuto

Grecia: roghi dolosi, la testimonianza di un sopravvissuto
Dimensioni di testo Aa Aa

Cercavano di fuggire dalle fiamme le persone decedute a causa dei roghi in Grecia: il bilancio, ancora provvisorio, ha già superato le 90 unità.

Questo residente di Neos Voutzas, 25 km a nord-est di Atene, è scampato alle fiamme, pur essendo rimasto intrappolato fuori dalla sua casa.

Konstantinos Gkikas, residente greco, dice:

"Ho visto i gatti e aperto la porta, ne ho presi due e li ho messi dentro e mentre cercavo di raggiungere l'altro, il vento ha sbattuto la porta e in quel momento ho visto il fuoco e ho pensato: "Facciamo un video", così ho iniziato a riprendere.

Mentre riprendevo le immagini, ho riaperto la porta e mi sono reso conto di non avere le chiavi, allora ho pensato di passare attraverso la porta laterale, così da entrare nel garage, ma durante il percorso e le riprese ho cominciato a sentire il grande calore che arrivava, stavo scendendo giù per le scale e pensavo di fare un video veloce e rientrare in casa, non mi sono reso conto dell'incedere del fuoco anche dall'altro fronte: e alla fine, ho sentito forte l'ondata di calore".

La maggior parte delle persone ha perso la vita nelle fiamme, anche se molti sono annegati nel tentativo disperato di sfuggire ai roghi.

"Un orrore assoluto - conclude - non posso credere che ci sia voluta una vita intera per costruire tutto e in dieci minuti non è rimasto niente, è incredibile, non ci sono voluti neanche dieci minuti, nemmeno in una guerra potrebbe esserci una tale distruzione".

Il Premier greco, Alexis Tsipras av,eva alluso sin dall'inizio, a caldo della tragedia divampata coi roghi a nord di Atene, a una possibilità che questi potessero essere dolosi; ed è quello che anche sta emergendo dall'inchiesta dei Vigili del Fuoco del posto,

Almeno due dei roghi divampati nei boschi di Mati, infatti, "sono stati appiccati deliberatamente". Direttamete da Daou Pendeli, epicentro di uno dei grandi roghi che hanno divorato la cittadina (in tutto 47 quelli divampati alcuni giorni fa), poi un testimone ha riferito la dinamica:

"Il rogo si è propagato da questi pini. Il vento proveniente da ovest lo ha fatto arrivare fino a Rafina. Non ho visto nulla, solo il fuoco improvvisamente alzarsi all'esterno della mia abitazione. Abbiamo cercato di spegnerlo. Il mio vicino ha un pozzo, abbiamo gettato acqua fatto il possibile ma il fuoco non ha smesso di divampare".

Secondo i media greci, il proprietario di una villetta avrebbe bruciato legni e foglie secche nel proprio giardino senza poi riuscire a controllarle, poi avrebbe disseminato il terreno di sassi, lavandolo con molta acqua, per cancellare i resti del rogo.

A tutto questo si aggiunge l'accusa di abusivismo (arrivata direttamente dal Ministero della Difesa) e dall'assenza di un vero e proprio Piano Regolatore.