ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Benalla, insorge l'opposizione: "Commissione d'inchiesta interroghi Macron"

Lettura in corso:

Caso Benalla, insorge l'opposizione: "Commissione d'inchiesta interroghi Macron"

Caso Benalla, insorge l'opposizione: "Commissione d'inchiesta interroghi Macron"
Dimensioni di testo Aa Aa

Vanno avanti le audizioni della commissione d'inchiesta bicamerale sul caso di Alexandre Benalla. Martedì sera Emmanuel Macron ha recitato il 'mea culpa' davanti ai parlamentari della maggioranza, prendendosi la responsabilità di quanto accaduto il primo maggio. "Se cercano un responsabile, l'unico e solo responsabile sono io", ha detto il presidente francese. "Quanto è accaduto il primo maggio è stato un tradimento".

Da destra a sinistra, le reazioni dell'opposizione alle parole di Macron non hanno tardato ad arrivare. "Non è sufficiente dire 'Sono responsabile', perché poi nella realtà non così - ha detto Ugo Bernalicis, parlamentare di La France Insoumise -. Essendo protetto dalla Costituzione il presidente gode della più totale impunità".

"Emmanuel Macron è il presidente della Repubblica, non il capo di una gang - ha detto Marine Le Pen -. Vogliamo solo una cosa: che compaia al più presto di fronte alla commissione d'inchiesta".

In conferenza stampa il portavoce del governo Benjamin Griveaux ha spiegato il pensiero di Macron: "Quando afferma di essere responsabile - ha detto Griveaux - Macron intende dire che è stato lui a scegliere Benalla per la squadra dell'Eliseo. In questo modo ha voluto mettere fine a una pratica diffusa in Francia e troppo a lungo utilizzata, quella di scaricare la responsabilità su chi non c'entra nulla".

Benalla, responsabile della sicurezza di Macron, è finito sotto accusa dopo la pubblicazione di un video che lo ritrae mentre picchia un manifestante durante la festa del primo maggio a Parigi. Il tutto mentre indossava un elmetto della polizia, nonostante non faccia parte delle forze dell'ordine francesi.