ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Silk Way Rally: Hunt e Sotnikov più forti di pioggia e fango

Lettura in corso:

Silk Way Rally: Hunt e Sotnikov più forti di pioggia e fango

Silk Way Rally: Hunt e Sotnikov più forti di pioggia e fango
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo due giornate estive, una pioggia torrenziale si è abbattuta sul Silk Way Rally, trasformando la terza tappa, da Elista ad Astrakhan, in un pantano di fango a cui pochi sono riusciti a sfuggire e che ha costretto gli organizzatori a neutralizzare la frazione dopo 140 chilometri.

Una caos in cui sono rimasti coinvolti anche i camion di Karginov, Nikoleav e Shibalov, che hanno accumulato oltre 30 minuti di ritardo. Dmitry Sotnikov ne ha approfittato così per consolidare il suo primato: il russo si è aggiudicato la tappa con quasi 5 minuti di vantaggio sull'olandese Van Den Brink e ha portato ad oltre 26 minuti il suo margine nella generale sul connazionale Mardeev.

Tra le auto giornata nera per Nasser Al Attiyah, che potendo contare solo sulle ruote anteriori a causa di un problema al differenziale è rimasto intrappolato nel fango, perdendo oltre un'ora e bruciando la frizione della sua Toyota nel tentativo di rimontare.

Il più abile a districarsi nel pantano è stato Harry Hunt su Peugeot. Il britannico si è aggiudicato la frazione con un margine di 48 secondi su Yazeed Alrajhi, diventando anche il nuovo leader della classifica generale, seguito con un ritardo di oltre otto minuti proprio da Alrajhi. Al-Attiyah è terzo a più di 45 minuti dal nuovo leader.