ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, spuntano altri audio registrati sul pagamento fatto da Trump a una modella

Lettura in corso:

Usa, spuntano altri audio registrati sul pagamento fatto da Trump a una modella

Usa, spuntano altri audio registrati sul pagamento fatto da Trump a una modella
Dimensioni di testo Aa Aa

Michael Cohen, l’avvocato personale di Trump, rivela il NYT, ha registrato una conversazione con il suo cliente a sua insaputa e due mesi prima del voto. Gli audio raccontano la discussione avvenuta tra i due sul pagamento fatto all’ex modella di Playboy Karen McDougal per comprare il suo silenzio e tenere nascosta la relazione avuta con Donald. Fonti investigative riferiscono inoltre che altri file sarebbero ora in mano all'Fbi, sequestrati nell'aprile scorso durante le perquisizioni negli uffici e nelle abitazioni dell'avvocato.

Karen Mcdougal, aveva affermato di aver avuto una storia di oltre un anno con Trump, dal 2006 al 2007, nello stesso periodo in cui la first lady Melania mise alla luce Barron Trump. McDougal offrì il suo racconto per 150 mila dollari al National Enquire prima delle elezioni presidenziali, ma il tabloid scandalistico decise di non pubblicarlo prima dell'Election Day del novembre 2016. Ora spunta l'audio.

A confermare l'esistenza della registrazione è uno degli attuali legali di Trump, l'ex sindaco di New York Rudolph Giuliani, che però sottolinea come il presidente non sapesse nulla e come quel pagamento di cui si discusse con Cohen non fu mai effettuato.

La risposta di Trump è arrivata come al solito via Twitter: "E' inconcepibile - ha scritto il presidente - che i governi irrompano nell'ufficio di un avvocato (la mattina presto). Ancora più inconcepibile che un avvocato abbia registrato un cliente - totalmente inaudito e forse illegale. La buona notizia è che il vostro presidente preferito non ha fatto nulla di male!"

Trump finora infatti ha sempre negato di aver mai parlato di denaro per mettere a tacere le donne con cui avrebbe avuto degli affair.