ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca pronta al dialogo forniture gas con Ucraina e Ue

Lettura in corso:

Mosca pronta al dialogo forniture gas con Ucraina e Ue

Mosca pronta al dialogo forniture gas con Ucraina e Ue
Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia è pronta a estendere l’accordo sul transito di gas dall’Ucraina se verrà risolta la disputa di Stoccolma. La conferma arriva dal ministro dell’Energia russo Aleksander Novak dopo l'incontro con una delegazione di Gazprom e del suo omologo ucraino Naftogaz.

Un inizio positivo del processo tri-partitico come dichiarato anche dal vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic: “Tutti i partecipanti al tavolo delle trattative, hanno dimostrato una forte disponibilità a concentrarsi sul futuro, a inviare i loro rappresentanti per i colloqui di settembre e per continuare a discutere di questo nei mesi sucesssivi.”

L'Unione europea sta sostenendo, da tempo, politicamente l'Ucraina, pur essendo fortemente dipendente dal gas russo. Secondo Thierry Bros, analista e ricercatore presso l’Istituto per gli Studi energetici di Oxford, la domanda per i cittadini europei è come otterremo il gas russo dopo il 2019 se non ci sarà un contratto. Questo è il motivo per cui la Commissione dovrà essere in grado di portare le due parti in causa a trovare un accordo e una soluzione politica ed economica.

Secondo la decisione presa dal tribunale di Stoccolma, in merito alla controversia quadriennale sul transito di gas tra i due Paesi, Gazprom deve pagare a Naftogaz un importo netto di 2,56 miliardi di dollari per il gas non consegnato. Intanto il colosso russo ha già ridotto drasticamente l’esportazione di gas. Fattore questo, insieme alla crisi politica tra Mosca e Kiev, che preoccupa non poco anche l'Unione europea.