ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Belgio vuole riavviare il suo reattore nucleare Doel 3

Lettura in corso:

Il Belgio vuole riavviare il suo reattore nucleare Doel 3

Il Belgio vuole riavviare il suo reattore nucleare Doel 3
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Belgio vuole riavviare il reattore nucleare Doel 3.

Spento dopo che l’Agenzia federale per il controllo del nucleare aveva riscontrato che la capsula in cemento armato non era a norma, non avendo ricevuto gli interventi di manutenzione necessari, il reattore, uno dei sette del Belgio, è al momento fuori servizio.

A risultare logorato è il cemento armato, che mostra crepe e porzioni di superficie venute via, problema causato dal vapore sprigionato intorno alla capsula.

Il Belgio ha intenzione di mantenere in funzione per altri dieci anni i reattori, che producono poco più della metà dell'energia elettrica del Paese, sebbene negli ultimi dieci anni ci siano stati 42 incidenti che hanno portato ad almeno un arresto.

Inoltre, ci sono pure dei piani di emergenza, sulla falsa riga del modello tedesco ed olandese: ad Aquisgrana e Anversa si conservano grandi quantità di pasticche di iodio, con cui la popolazione dovrebbe ricevere cure di emergenza a seguito di un'ipotetico incidente radioattivo, per ridurre il rischio di cancro alla tiroide.