ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dalla Francia alla Germania, a caccia delle cause della crescita dell'antisemitismo in Europa

Lettura in corso:

Dalla Francia alla Germania, a caccia delle cause della crescita dell'antisemitismo in Europa

Dalla Francia alla Germania, a caccia delle cause della crescita dell'antisemitismo in Europa
Dimensioni di testo Aa Aa

In questo numero di Insiders analizziamo un inquietante fenomeno che attraversa l'Europa: l'antisemitismo. Ormai non si manifesta più solo nelle minacce, ma anche in aggressioni verbali e fisiche. Peggio: si contano già diversi omicidi, soprattutto in Francia.

Che cosa sta succedendo? E di chi è la colpa? Dell'estrema destra e dei gruppi neonazisti? O è la conseguenza del conflitto israelo-palestinese, conflitto che si riversa sul suolo europeo dove non dovrebbe stare? O come nel caso della Germania, l'incubo dell'antisemitismo riappare perché alcuni, forse solo una minoranza di rifugiati provenienti dal Medio Oriente, confondono l'ebraismo con Israele?

Per cercare di capirne di più vi portiamo innanzi tutto in Germania, dove Hans von der Brelie ha incontrato alcune vittime di aggressioni, ma anche leader religiosi che lavorano per favorire la convivenza pacifica.

Passiamo poi alla Francia, dove il raccapricciante omicidio di Mireille Knoll, un'ottantacinquenne sopravvissuta all'Olocausto, è finito su tutte le prime pagine in Marzo, un anno dopo che un'altra anziana ebrea era stata picchiata e lanciata da una finestra a Parigi. Gli attacchi antisemiti violenti sono in crescita, eppure il numero di ebrei che lasciano la Francia per iniziare una nuova vita in Israele non è in aumento come lo era alcuni anni fa. La nostra inviata Valérie Gauriat si è occupata di quella che viene impropriamente chiamata "l'Aliyah interna", ebrei francesi che lasciano quartieri tradizionalmente ebraici per cercare luoghi più sicuri ma restando in Francia.

Concludiamo quest'edizione su Insiders con un'intervista a un'esperta di origini ebraiche in cui cerchiamo di esplorare le cause profonde dell'antisemitismo. E scopriremo, a sorpresa, che la comunità ebraica non è la più stigmatizzata d'Europa.