ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: i sei candidati alla presidenza

Lettura in corso:

Turchia: i sei candidati alla presidenza

Turchia: i sei candidati alla presidenza
Dimensioni di testo Aa Aa

Domenica si vota ma chi sono i sei candidati alla presidenza in Turchia?

Recep Tayyip Erdoğan, presidente uscente e ricandidato è in testa a tutti i sondaggi, ma il risultato elettorale per lui non è scontato. Sindaco di Istanbul negli anni 90, poi primo ministro per 10 anni e da ultimo Capo dello Stato è anche il leader del partito conservatore AKP. Durante il suo mandato ha fatto incarcerare giornalisti e membri dell'opposizione, ottenuto una riforma costituzionale che accentra tutti i poteri nelle mani del presidente e combattuto i curdi. Come il partito MHP, d'altronde, partito nazionalista, panturco e di estrema destra, principale alleato di Erdogan. È stato il suo leader Devlet Bahçeli a chiedere con forza le elezioni anticipate.

La proposta è stata subito accolta di buon grado dal principale partito di opposizione il CHP, la formazione, laica e social democratica, sostiene nella corsa alla presidenza Muharrem İnce secondo nei sondaggi dopo Erdogan.

Lo segue l'unica donna candidata alla presidenza, la politica di lungo corso Meral Akşener fondatrice e leader del neonato partito del bene: nazionalista, conservatore e laico; c'è chi crede che al secondo turno potrebbe cavarsela meglio di altri contro Erdogan.

Completa la terna dei candidati d'opposizione Temel Karamololaoğlu leader del partito della felicità, moderatamente islamista.

I curdi puntano tutto su Selahattin Demirtaş leader del partito filo curdo HDP; Demirtas è da due anni in prigione, da lì ha simbolicamente condotto la sua campagna. Noto all'estero. per alcuni in patria un eroe, è una personalità politica temuta da Erdogan.