ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lubiana vicina a 'rifiuti 0', "Un percorso lungo, fatto di ricerca"

Lettura in corso:

Lubiana vicina a 'rifiuti 0', "Un percorso lungo, fatto di ricerca"

Lubiana vicina a 'rifiuti 0', "Un percorso lungo, fatto di ricerca"
Dimensioni di testo Aa Aa

Il riciclo dei rifiuti è necessario per ridurre la crescente quantità di discariche e altre forme di smaltimento della spazzatura.

I rifiuti possono essere trasformati in combustibile, legno, compost e altri materiali. Fare questo può aiutare a ridurre la contaminazione, le emissioni di gas serra e l'uso in discarica.

Il Centro regionale di gestione dei rifiuti di Lubiana (Rcero) è il più grande progetto ambientale in Slovenia e il più moderno impianto per il trattamento dei rifiuti in Europa.

È anche il più grande progetto ambientale del Fondo di coesione della Slovenia e un grande esempio di cooperazione regionale.

Aurora Velez di Euronews ha parlato con il fondatore e capo della sezione investimenit e sviluppo di Rcero, Mitja Praznik, che ha creato, progettato e fondato il centro da zero.

Come ti è venuta l'idea del progetto?

"Alcune delle attività sono iniziate nel 2000, quando la Slovenia si è unita all'UE: abbiamo dovuto adottare molti cambiamenti legislativi nel campo della gestione dei rifiuti. Fino a quel momento, la maggior parte dei rifiuti urbani era stata gettata in discarica. E questo, secondo la nuova legislazione, doveva finire. Quindi abbiamo pensato a trattare i rifiuti: in primo luogo, separarli e quindi utilizzarli per il riciclaggio dei materiali e il recupero di energia".

Qual è l'impatto del progetto in Slovenia e in Europa?

"La Slovenia trattava i rifiuti urbani principalmente in discarica, perdendo tutti i materiali e tutta l'energia. Modificando il principio e introducendo questo nuovo trattamento per i rifiuti, la percentuale di materiale riciclato è notevolmente migliorata. Abbiamo anche sostituito alcuni combustibili e, ultimo ma non meno importante, abbiamo anche ridotto significativamente la quantità di rifiuti che va in discarica. Dal nuovo impianto, solo il 2% dei rifiuti ci va: l'altro 98% viene trasformato in carburante!"

Come si sente di aver creato il progetto da zero?

"Sono molto orgoglioso di questo progetto. Ho avuto l'idea 20 anni fa e avevo iniziato a ricercare la tecnologia da allora. Sono felice che siamo stati in grado di utilizzare la nostra precedente esperienza di discarica, estrazione e utilizzo del gas. Tutta questa conoscenza è stata la chiave del progetto. Abbiamo un trattamento aerobico, un trattamento anaerobico, un trattamento meccanico: questi sono tutti i miei bambini! Ho iniziato con questo, e ho affrontato tutte queste fasi: preparare, studiare, confrontare diverse tecnologie. Infine ho optato per la finanza della Commissione europea, perché il progetto non era economico. Poi ci sono voluti circa tre anni e mezzo per metterlo a regime."