ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Libera" in villa confiscata e bruciata

Lettura in corso:

"Libera" in villa confiscata e bruciata

"Libera" in villa confiscata e bruciata
Dimensioni di testo Aa Aa
(ANSA) - TORINO, 16 GIU - E' iniziata a San Giusto Canavese,nella villa del re dei narcotrafficanti, il latitante NicolaAssisi, l'assemblea regionale di Libera. Una scelta simbolica,quella dell'associazione di don Ciotti: la villa confiscata èstata incendiata la scorsa settimana per mano di ignoti.All'assemblea partecipano il presidente della Regione Piemonte,Sergio Chiamparino, il prefetto di Torino, Renato Saccone, e donLuigi Ciotti. "Questa è la risposta dello Stato. Che non è solo apparato maanche comunità. Dobbiamo lottare tutti insieme - dice ilprefetto Saccone - Proporremo un utilizzo temporaneo maimmediato di questo bene confiscato grazie al supporto di Liberaperché il presidio è la forma migliore di prevenzione inassoluto". "Sono qui per testimoniare la vicinanza delleistituzioni ai ragazzi di Libera che combattono la mafia sulterritorio ogni giorno", commenta Chiamparino. Presenti numerosisindaci della zona, il comandante provinciale dei carabinieri,colonnello De Santis, e l'ex procuratore Caselli.
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.