ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migranti, braccio di ferro tra Merkel e Seehofer

Lettura in corso:

Migranti, braccio di ferro tra Merkel e Seehofer

Migranti, braccio di ferro tra Merkel e Seehofer
Dimensioni di testo Aa Aa

Se non è strappo istituzionale, poco ci manca. In Germania il governo Merkel IV vive ore difficili sul fronte dell'emergenza migranti.

La guerra di posizione si combatte tra la Cancelliera Angela Merkel e il ministro dell'Interno Horst Seehofer, fautore della linea dura. Il suo piano, che doveva essere presentato martedì scorso, poi congelato a causa dei dissidi con la Cancelliera, prevede respingimenti di massa di migranti. Non solo di coloro già rispediti al confine tedesco, che tentano di rientrare nel Paese, ma anche degli stranieri registrati in altri Stati membri dell'Unione Europea, oltre che di quelli senza documenti validi.

Una posizione troppo dura, che la Cancelliera Merkel difficilmente riuscirebbe a sostenere a Bruxelles, anche in relazione alle recenti posizioni assunte dall'Italia con il caso Aquarius, ma anche dall'Austria. Seehofer ha posto l'ultimatum sui respingimenti: in qualità di ministro può agire in autonomia con il rischio però di rompere la coalizione, aprendo a elezioni anticipate.

Situazione difficile da dirimere per Angela Merkel, stretta tra le pretese del falco dell'Unione Cristiano Sociale di Baviera, Horst Seehofer, e il contratto di governo della Spd.