ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra: Grenfell tower, un anno dopo

Lettura in corso:

Londra: Grenfell tower, un anno dopo

Londra: Grenfell tower, un anno dopo
Dimensioni di testo Aa Aa

Ritrovarsi intorno allo scheletro del palazzo carbonizzato, osservare un minuto di silenzio, ricordarsi di chi non può essere lì perché quella notte non è sfuggito al fuoco e al fumo. Un anno dopo Londra ricorda il rogo della Grenfell tower, quando un incendio causò la morte di 71 persone, tra queste anche 18 bambini e due cittadini italiani Gloria Trevisan e Marco Gottardi, poi è morto anche un ferito.

La Grenfell Tower insieme ad altri edifici della capitale britannica è stata illuminata in verde per celebrare l'anniversario; nottetempo una processione, fiori, candele e ancora dolore. La scritta "Grenfell per sempre nei nostri cuori".

Hamid Wahbi è fuggito dalla sua casa nel 16° piano, lui e la sua famiglia sono ancora bloccati in un albergo.

"Non è stato facile, ma non ci arrenderemo mai, continuiamo, non dirò che continuiamo a combattere ... naturalmente continuiamo a lottare per la nostra giustizia fino a quando le cose non si avvereranno".

Più di 200 famiglie hanno perso le loro case nel fuoco e meno della metà si sono trasferite in alloggi permanenti, il resto vive ancora in albergo o in alloggi temporanei.

La premier Theresa May abbia creato una commissione d'inchiesta parallela all'indagine penale ma i sopravvissuti denunciano che la risposta delle autorità è debole, gridano che così muoiono i meno abbienti. E si teme che possa accadere di nuovo, altrove.

L'indagine penale è un j'accuse contro i costruttori: si sa che il fuoco è partito da un frigorifero difettoso al quarto piano ma anche che rivestimenti esterni non ignifughi, sistema antincendio del tutto inefficiente e chissà quali altri mancanze hanno fatto il resto.

Nel quartiere è forte la paura che una tragedia del genere possa ripetersi di nuovo. E i sopravvissuti gridano che così muoiono i meno abbienti.