ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nave Aquarius, 600 migranti ancora in attesa dell'ok da Italia o Malta

Lettura in corso:

Nave Aquarius, 600 migranti ancora in attesa dell'ok da Italia o Malta

Nave Aquarius, 600 migranti ancora in attesa dell'ok da Italia o Malta
Dimensioni di testo Aa Aa

La nostra corrispondenteAnelise Borges è al momento l'unica reporter a bordo della nave di soccorso Aquarius della Ong "SOS Mediterranée", che da domenica continua a vagare per il Mediterraneo in attesa che un porto, tra l'Italia e Malta, si decida a condere il permesso di attraccare per portare in salvo i 629 migranti soccorsi.

"Eravamo in mare da meno di 24 ore - spiega Borges - quando le autorità italiane hanno ricevuto diverse chiamate di soccorso e hanno diretto le squadre qui in un'area di ricerca in cui sono state trovate due imbarcazioni con oltre duecento persone a bordo. Ci sono volute cinque ore perché tutti fossero recuperati dal mare e messi in sicurezza sull'Aquarius. Quindi ci sono stati diversi altri trasferimenti di persone che erano state salvate nelle ore precedenti a quell'incidente.

Ora stiamo cercando di portare queste seicento persone in Europa, anche se resta ancora incerta la loro destinazione finale. Le autorità italiane non hanno voluto confermare se e quale sia il porto sicuro in cui sbarcare. Medici senza frontiere ha fornito assistenza e cibo per le persone a bordo e dicono di avere la situazione sotto controllo"

Una situazione confermata dal personale di bordo: "siamo ben attrezzati, e abbiamo cibo e acqua a sufficienza per prendeci cura di queste persone ancora per due o tre giorni" spiega Aloys Vimard, coordinatore di Medici senza frontiere. "Certo, non è quello che speriamo perchè la nave è sovraffollata, i migranti stanno dormendo sul ponte. Non va affatto bene.