ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il regno di "roi" Rafa, dal 5 giugno 2005 al 10 giugno 2018

Lettura in corso:

Il regno di "roi" Rafa, dal 5 giugno 2005 al 10 giugno 2018

Il regno di "roi" Rafa, dal 5 giugno 2005 al 10 giugno 2018
Dimensioni di testo Aa Aa

Rafa Nadal. Ancora lui. Solo lui. 11 titoli conquistati al Roland Garros, forse il più impegnativo degli slam. Il mancino di Manacor, classe 1986, questa domenica ha dimostrato che è sempre lui il re della terra rossa parigina, le roi. Ha distrutto letteralmente in tre parziali l'austriaco Dominic Thiem, classe 1993, tanto talento e abbastanza esperienza, da poter pensare di detronizzare lo spagnolo. Ma il giovane non aveva fatto i conti con la fame del leone.

"Se 7/8 anni fa mi aveste detto che a 32 anni sarei stato qui ancora con questo trofeo, vi avrei detto che sarebbe stato qualcosa di impossibile", ha dichiarato lo spagnolo in conferenza stampa. "Ma eccomi qui e non mi sento inquieto rispetto al futuro. Dico sempre che il tennis è una parte molto importante della mia vita, senza dubbio, ma non è tutto e ci sono molte altre cose che mi rendono felice".

"Ovviamente vorrei arrivare a 20 slam come Federe, o anche di più", ha proseguito. "Ma onestamente è qualcosa a cui non penso. Ora penso solo a questo titolo vinto, importantissimo per me. E' un altro slam, il 17esimo. Mi sento molto fortunato per tutte le cose che mi sono success e e approfitto di ogni momento".

Era domenica 5 giugno 2005 quando Rafa trionfava per la prima volta, a soli 19 anni, battendo l'argentino Mariano Puerta e scrivendo il primo capitolo di una splendida storia d'amore. Da lì in poi sono stati fuochi d'artificio: le finali conquistate ai danni della sua nemesi, Mr. Federer, la vittoria contro Soderling, quelle con Djokovic, Ferrer e Wawrinka. Fino all'ultima, quella contro la nuova generazione, di questa domenica 10 giugno 2018.