ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: l'opinione pubblica si divide dopo l'omicidio di Susanna

Lettura in corso:

Germania: l'opinione pubblica si divide dopo l'omicidio di Susanna

Germania: l'opinione pubblica si divide dopo l'omicidio di Susanna
Dimensioni di testo Aa Aa

Ali Bashar, che ha confessato l'omicidio della 14enne Susanna ma continua a negare di averla violentata, è in stato di fermo a Francoforte.

Il cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha annunciato una nuova stretta sulle politiche di accoglienza dei richiedenti asilo e la velocizzazione delle pratiche di espulsione di coloro che non ne hanno i requisiti.

Il ventenne Bashar ha alle spalle una richiesta respinta di asilo in Germania. E l'opinione pubblica tedesca si divide tra chi critica aspramente le politiche di accoglienza di Angela Merkel e le ritiene la causa di vicende drammatiche come quella di Susanna e chi invece chiede di non cedere alla paura di chi appartiene a culture diverse. Proprio nella città di Susanna, a Magonza, la gente è scesa in piazza per chiedere politiche migratorie più severe.

Una donna, partecipante alla veglia per la memoria di Susanna, dice: "Penso che questo omicidio avrebbe potuto essere evitato se a quest'uomo non fosse stato permesso di entrare nel Paese".

Ma c'è chi alza la voce chiedendo che l'odio taccia e che ci sia il tempo per il lutto e per la riflessione rispetto a quanto accaduto. Come una giovane che manifesta per chiedere più solidarietà tra i popoli, e dice: "La violenza sessuale è un problema ormai da anni. E' parte della nostra società. Siamo una società patriarcale. non dipende dall'arrivo di persone provenienti da altre culture."

Non c'è solo chi chiede una stretta all'immigrazione, dunque, c'è anche chi chiede lo stop al razzismo e al populismo di destra.