ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo salmonella, Lactalis: "Il batterio era nella torre 1"

Lettura in corso:

Scandalo salmonella, Lactalis: "Il batterio era nella torre 1"

Scandalo salmonella, Lactalis: "Il batterio era nella torre 1"
Dimensioni di testo Aa Aa

È stato un "incidente", sono state messe in atto tutte le misure necessarie per riprendere la produzione in sicurezza. A dichiararlo l'amministratore delegato di Lactalis, Emmanuel Besnier, ascoltato dalla commissione parlamentare che indaga sul latte in polvere contaminato da salmonella che ha fatto ammalare decine di neonati. Trentacinque i casi in Francia, uno in Spagna e uno in fase di accertamento in Grecia.

Besnier ha detto che nel primo trimestre del 2017 sono stati condotti lavori nello stabilimento incriminato di Craon, durante i quali è stato liberato il batterio. Si tratta dell'area della torre 1, che verrà chiusa definitivamente, ma l'attività della fabbrica riprenderà quest'estate, per produrre latte per adulti.

Nello stabilimento di Craon si era già verificati casi di contaminazione da salmonella nel 2005. Besnier ha assicurato che ormai le analisi sul prodotto vengono affidate anche ad altri laboratori, alcuni pubblici.

Una decisione che ha fatto infuriare l'associazione delle famiglie delle vittime del contagio, che atttraverso il presidente Quentin Guillemain ha detto di sentirsi "tradita" dallo Stato francese. Inoltre chiede che Lactalis non sfugga alla giustizia, cercando di cancellare lo scandalo con risarcimenti concordati fuori dalle aule dei tribunali.

Ottantatre le nazioni coinvolte, con dodici milioni di scatole distribuite. Non in Italia, dove Lactalis controlla Parmalat.