ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mapping Basilicata esporta l'eccellenza italiana

Lettura in corso:

Mapping Basilicata esporta l'eccellenza italiana

Mapping Basilicata esporta l'eccellenza italiana
Dimensioni di testo Aa Aa

Un centinaio di aziende provenienti da tre settori (agroalimentare, moda e mobili) hanno partecipato a Mapping Basilicata, progetto di "capacity building", forte di un budget di 1 milione 260mila euro, di cui la metà proveniente da Fondi di Coesione europei.

Aurora Velez di Euronews ha parlato con Patrizia Orofino, project manager di Mapping Basilicata, che illustra le radici dell'iniziativa, la strategia di diffusione e le aspettative per il futuro.

Com'è nata Mapping Basilicata?

Patricia Orofino: "Mapping Basilicata è un progetto di capacity building, il cui scopo è quello di aumentare la visibilità internazionale delle aziende locali, dedicato ai gruppi della zona, concentrandosi su tre importanti settori della nostra regione: il settore dell'interior design, della lingerie raffinata e del cibo.

Il progetto dura circa 24 mesi ed è stato finanziato con Fondi europei e nazionali".

Qual è stata la strategia per promuovere il progetto?

Patricia Orofino: "Abbiamo creato un programma di eventi per presentare le aziende all'estero (Inghilterra, Germania, Stati Uniti e Russia), promuovendo la cooperazione tra designer e aziende per dare vita a un prodotto specifico".

Quali sono le prospettive?

Patricia Orofino: "Vogliamo continuare a promuovere all'estero i marchi creati all'interno di Mapping Basilicata, questo è il programma che stiamo portando avanti, il risultato ha dovuto inglobare ciascuno dei marchi partecipanti a Mapping Basilicata.

Ci saranno anche attività previste per Matera 2019: CasaMatera sta pensando a una serie di progetti che coincideranno con Matera Capitale europea della Cultura, l'anno prossimo".