ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il nuovo governo M5 Stelle Lega

Lettura in corso:

Il nuovo governo M5 Stelle Lega

Il nuovo governo M5 Stelle Lega
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la fiducia incassata al Senato nella giornata di mercoledì - il governo Conte punta alla conferma anche alla Camera. Un'attesa e uno stallo politico da record dopo i risultati delle legislative del 4 marzo che al terzo tentativo ha portato alla nascita di un esecutivo politico Movimento 5 Stelle Lega, primo vero governo populista dell'Europa occidentale.

Diverse le novità rispetto alla squadra proposta inizialmente, non gradita a Mattarella. Entrambi Luigi di Maio, il leader del Movimento 5 Stelle e Matteo Salvini, capo della Lega affiancheranno Giuseppe Conte nel ruolo di vicempremier, al primo è stata assegnata la guida del superdicastero Sviluppo Lavoro, il secondo invece resta saldo al Viminale con la priorità del controllo delle frontiere e di rimpatri degli oltre 500.000 mila migranti arrivati in Italia negli ultimi 3 anni.

Un governo nelle intese euroscettico che per ottenere il via libera del Capo dello Stato ha dovuto rinunciare alla figura dell'economista Paolo Savona alla guida del ministero dell'Economia.

Il teorizzatore dell'uscita dell'italia dall'Eurozona, che non piace al Presidente della Repubblica, è stato sostituito da Giovanni Tria. Per l'ex Preside della facoltà di Tor Vergata primo passaggio la risoluzione sul Def entro autunno, poi il dossier flat tax e un nuovo programma di investimenti per far ripartire al crescita

Savona resta nell'esecutivo nel ruolo di ministro degli Affari Europei a lui spetta il compito di rinegoziare i rapporti tra Roma e Bruxelles, uno dei punti fondamentali del contratto di governo giallo verde.

Infine tra li incarichi chiave alla Farnesina Enzo Moavero Milanesi, già ministro per gli Affari Europei nel governo Letta e in precedenza in quello di Mario Monti. In passato per lui anche il ruolo di giudice di primo grado presso la Corte di giustizia dell’Unione europea in Lussemburgo e collaboratore della Commissione europea in qualità di Direttore Generale del Bureau of European Policy Advisors.

Alla Difesa va Elisabetta Trenta, ex political advisor del Ministero degli Esteri e ufficiale della Riserva selezionata dell’Esercito.