ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intervista al nuovo Presidente dell'Angola

Lettura in corso:

Intervista al nuovo Presidente dell'Angola

 Intervista al nuovo Presidente dell'Angola
Dimensioni di testo Aa Aa

A Tolosa il nuovo Presidente dell'Angola, João Lourenço, ha incontrato Euronews per parlare dei progetti del suo governo

L'Angola viene considerato uno dei paesi africani con il maggior potenziale, ma sta attraversando una grave crisi economica. Il successore dell'ex presidente Jose' Eduardo dos Santos, che e' rimasto in carica 38 anni, e'João Lourenço, ex Ministro della difesa, che ha assicurato una transizione morbida durante la campagna elettorale dell'ultimo anno. La Francia e' il paese che ha scelto, per la sua prima visita in Europa, dopo l'ncarico di Presidente e noi l'abbiamo incontrato a Tolosa.

MICHEL SANTOS

Presidente Benvenuto a Euronews, perche' la Francia?

JOÃO LOURENÇO

Perche' la Francia rappresenta un paese importante per l'Angola. Con questa visita vogliamo rendere piu' forti i legami di amicizia storici con questo paese. Abbiamo incontrato Emmanuel Macron e abbiamo avuto l'opportunita' di interagire non con 80 imprenditori, come pensavamo all'inizio, ma con nostra sorpresa con 150 businessman, ansiosi di conoscere la nuova situazione, che stiamo creando per il business in Angola.

MICHEL SANTOS

Dal punto di vista economico quali passi sono stati fatti e quali sono in programma per incoraggiare gli investimenti in Angola?

JOÃO LOURENÇO

Gli investitori privati stranieri non sono piu' obbligati a lavorare in partnership con quelli angolani, per i loro affari, ma solo se lo vogliono. In termini di Visa per i businessmen che vanno in Angola, abbiamo creato una gamma di facilitazioni, in alcuni casi un tipo di viaggi Visa-free con il solo passaporto.

Dall'altra parte siamo chiamati ad eliminare l'ostacolo maggiore per fare affari in Angola, cioe' la cosiddetta corruzione. Questo e' uno sforzo difficile che avra' bisogno di tempo, ma siamo pronti ad affrontare l'enorme problema della corruzione, e siamo sicuri del successo.

MICHEL SANTOS

João Lourenço e' molto popolare in Angola, ma c'e' molto scetticismo.

Signor Presidente lei ha scosso interessi ben radicati nel paese, per esempio ha rimosso da settori chiave dei membri della famiglia dell'ex presidente Jose' Eduardo dos Santos. Si tratta solo di un cambio di poltrone o ci saranno delle riforme profonde e un cambio di mentalita'?

JOÃO LOURENÇO

Non si tratta di una danza di poltrone, operiamo sempre dei cambiamenti sperando di raggiungere risultati migliori. Non ho rimosso dei figli dell'ex presidente, ma dei semplici cittadini angolani. Cittadini angolani che sono soggetti alle stesse regole degli altri. In questi 8 mesi piu' di due persone sono state destituite.

MICHEL SANTOS

Il giornalista e attivista Rafael Marques afferma che non sia cambiato molto e che ci siano indizi di azioni anche piu' scorrette intorno a Lei, di persone legate al Suo governo.

Presidente Quali sono questi indizi?

Si riferiscono all'uso di Fondi Statali per l'acquisto di Aereoplani per una compagnia privata.

JOÃO LOURENÇO

In realta' stiamo facendo il contrario, stiamo cercando le risorse economiche e recuperando proprio queste risorse. Sappiamo solo di avere un capitale minore di quello iniziale di 5 miliardi di dollari. Abbiamo un' idea di dove possano essere questi fondi: alle Mauritius, in Inghilterra e in altri angoli del pianeta.

In un passaggio standard, da una amministrazione all'altra, l'amministrazione precedente dovrebbe fornire chiarimenti in modo trasparente, e dire dove si trovano questi fondi. Questo non e' avvenuto o e' avvenuto in modo non convincente. Questo consorzio o compagnia tra la Taag e altre compagnie private non ci sara', non esistera'.

Se avverra' spero che i passeggeri vengano da me e mi dicano:" Guardi, lei ha detto a Euronews che non c'era nessuna societa', ma oggi ho volato su uno degli aerei di cui ha parlato il Signor Tale."

MICHEL SANTOS

Vede e' stata scritta una certa lettera aperta, che chiede un miglioramento riguardo la violazione di alcuni diritti umani. Fara' qualcosa a riguardo?

JOÃO LOURENÇO

Stiamo lavorando affinche' non esistano violazioni dei Diritti Umani.

Negli 8 mesi del mio governo, non so se ne siano avvenute...

MICHEL SANTOS

Se ne occupera' personalmente?

JOÃO LOURENÇO

Certamente e staro' molto attento, per evitare che ne avvengano.

MICHEL SANTOS

Ha altri progetti per rinsaldare la collaborazione tra la comunita' dei paesi di lingua portoghese, la CPLP ,oppure e' interessato a quella dei paesi francofoni?

JOÃO LOURENÇO

Si tratta di paesi tutti interessanti. Come nel caso del Mozambico, circondato da paesi anglofoni, il Malawi, la Tanzania, e lo stesso Sud-Africa, si e' unito al Commonwealth. L'Angola e' circondata da paesi non di lingua portoghese, quindi non e' una sorpresa che stiamo pensando di unirci al Commonwealth francofono.

MICHEL SANTOS

In Francia lei ha firmato accordi sulla Difesa, Ci puo dare qualche dettaglio in piu'?

JOÃO LOURENÇO

Gli accordi, di norma, sono generali, cioe' accordi che lasciano la possibilita' di muoversi. In seguito bisogna valutare progetti concreti, uno ad uno. Esiste la possibilita' di cooperare nell'addestramento dei nostri ufficiali in tutti i settori. In termini di sorveglianza marittima, in particolare nel Golfo di Guinea, per evitare che si verifichi, un giorno, uno scenario simile a quello della Somalia con i pirati.

MICHEL SANTOS

E' stata discussa la situazione della Repubblica Democratica del Congo.

Questi accordi sulla difesa, la riguardano? C'e' un lungo confine tra i due paesi?

JOÃO LOURENÇO

La Repubblica Democratica del Congo e L'Angola sono separati da un confine di oltre 2500 km quadrati. Per questo motivo l'Angola vuole stabilta' nel paese vicino. Lei e' a conoscenza dell'accordo firmato dal Governo Congolese con l'opposizione, l'accordo prevede, in primo luogo, le libere elezioni nella Repubblica Democratica del Congo, a cui l'attuale presidente non potra' candidarsi. Cio'che vogliamo e' che si rispetti questo accordo, perche' il suo fallimento potrebbe portare ad un disordine politico e sociale. Questo non sarebbe molto piacevole ne' per i Congolesi, ne' per i loro paesi vicini. Siamo regolarmente in contatto con il presidente Joseph Kabila, solo per continuare a tenerlo informato.

MICHEL SANTOS

Se invece fallisce l'accordo e il paese viene gettato in una situazione di grande instabilita', l'Angola e i suoi partner sono pronti a qualsiasi scenario?

JOÃO LOURENÇO

So dove porta questa domanda, ma non Le concedo il piacere di parlarne. C'e' bisogno di riflettere bene, se diciamo di volere stabilita', tutto quello che facciamo deve portare alla stabilita' per tutti.

MICHEL SANTOS

Com'e' la sua visione sull'Africa, vede opportunita' e sfide?

JOÃO LOURENÇO

L'Afro-pessimismo non ha ragione di esistere, non importa quanto in basso ci troviamo, abbiamo sempre il diritto e l'obbligo di sognare in grande, di pensare che grazie al nostro lavoro, e non solo, ma anche grazie alla cooperazione internazionale, il nostro continente potra' crescere e svilupparsi. Ecco perche' ci troviamo qui oggi e, un giorno, a Lisbona.