ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucciso a colpi d'arma da fuoco a Kiev giornalista russo anti-Putin

Lettura in corso:

Ucciso a colpi d'arma da fuoco a Kiev giornalista russo anti-Putin

Ucciso a colpi d'arma da fuoco a Kiev giornalista russo anti-Putin
Dimensioni di testo Aa Aa

Colpito tre volte alla schiena sulle scale del suo edificio. E' stato ucciso così il giornalista e scrittore russo Arkadi Babchenko, oppositore del Presidente Vladimir Putin e residente da oltre un anno a Kiev, dopo diverse minacce di morte ricevute nel suo Paese.

In un post su Facebook, il deputato ucraino Anton Gerashchenko ha raccontato che Babchenko era uscito di casa per comprare del pane. Il killer lo ha atteso sulla strada del ritorno nei pressi del suo appartamento dove gli ha teso l'agguato.

"Riteniamo che questo omicidio possa essere collegato alle sue 'attività professionali'. Ma aspettiamo i risultati dei prelievi sulla scena del crimine e l'interrogatorio dei testimoni, che potrebbero darci altre spiegazioni", ha riferito il capo della polizia della capitale ucraina.

Il 41enne cronista, deceduto nell'ambulanza mentre veniva trasportato in ospedale, aveva servito nell'esercito russo e combattuto in Cecenia. Molto critico nei confronti del Cremlino, Babchenko si era schierato contro l'annessione della Crimea, la guerra in Ucraina e l'intervento russo nel conflitto siriano.