ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ultimo saluto alla piccola Madwa

Lettura in corso:

L'ultimo saluto alla piccola Madwa

L'ultimo saluto alla piccola Madwa
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Belgio ha dato l'ultimo saluto alla piccola Madwa. Nella città di Mons migliaia di persone mercoledì hanno partecipato al funerale della bambina curda di 2 anni uccisa dalla polizia belga con un colpo di pistola il 18 maggio. L'incidente è avvenuto durante l'inseguimento di un furgone che trasportava migranti e dove viaggiava la sua famiglia.

"Di solito è la famiglia, sono gli amici, che accompagnano i genitori che perdono un figlio - afferma l'avvocato della famiglia- ma qui c'è una famiglia di migranti che è sola. Così la comunità curda del Belgio e i cittadini belgi hanno voluto mostrare loro che non erano soli nel loro dolore e che potevano sostenerli durante il funerale della loro bambina".

Il fatto è stato descritto dal ministro dell'Interno belga Jan Jambon come un "tragico evento con conseguenze drammatiche", sul quale si è aperta un 'inchiesta che è ancora in corso.

"Queste persone sono fuggite dalla guerra, beh, hanno perso la vita qui in Europa, eppure in teoria l'Europa significa sicurezza", commenta un'esponente della comunità curda in Belgio.

A seguito dell'evento la settimana scorsa si sono svolte dimostrazioni a Bruxelles contro la politica migratoria del governo. In segno di protesta i manifestanti avevano appeso vestiti per bambini fuori dal tribunale.

"Mi rivolgo direttamente al Primo Ministro - esclama un rappresentante della piattaforma cittadina per i rifugiati.- Com'è possibile incontrare la famiglia e non regolarizzarla immediatamente, sapendo che la loro bambina stava per essere sepolta qui in Belgio e che la famiglia, se non regolarizzata, non potrà più tornare a trovarla?"