ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Così Oettinger spalleggia i populisti

Lettura in corso:

Così Oettinger spalleggia i populisti

Così Oettinger spalleggia i populisti
Dimensioni di testo Aa Aa

Le polemiche sulle ingerenze del commissario Oettinger nella poltica italiana hanno sollevato un polverone che fa riflettere sui delicati equilibri dell'Unione. Le sue scuse circa le osservazioni secondo cui i mercati finanziari avrebbero insegnato agli italiani a non votare per i populisti, sono arrivate dopo la richiesta di dimissioni del Commissario al bilancio e l'onda di indignazione sui social network, segno che l'opinione pubblica italiana è sempre piu ostile ad ogni commento proveniente da Bruxelles.

Per l'eurodeputato verde Philippe Lamberts quella di Oettinger è stata una mossa controproducente:"avrebbe dovuto stare zitto, non ci si aspetta certo che un Commissario con i suoi commenti possa confermare i peggiori sospetti degli euroscettici. Gestisce il negoziato sul bilancio, che è un enorme dossier, quindi penso che sarebbe dannoso per l'UE dare le dimissioni. Ma questo non è il primo caso: Oettinger ha già fatto dei passi falsi in passato e avrebbe dovuto imparare la lezione".

Ma gli sviluppi della crisi in Italiana non si fermano e tengono Bruxelles con il fiato sospeso. La riapertura di un'ipotesi di un governo politico costringe l'Europa a rimettersi in discussione e a porsi la domanda una volta per tutte su come come trattare con i populismi di destra e sinistra al suo interno.

"Non possiamo evitarlo, dobbiamo farlo, è la democrazia- continua Lamberts- Non sarà facile colmare le differenze, ma preferisco di gran lunga avere queste persone nei circoli della democrazia che spingerle fuori. Sarebbe un grave errore."

La crisi italiana spaventa per le sue consequenze politiche ed economiche nella zona euro. Sale la pressione per una reale riforma dell'unione monetaria, vista come unico argine ai populismi dirompenti.