ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Morì in moto, 15 anni al conducente

Lettura in corso:

Morì in moto, 15 anni al conducente

Dimensioni di testo Aa Aa
(ANSA) - BOLOGNA, 29 MAG - Il 5 dicembre del 2015, di notte,in sella ad una moto rubata, scappò all'alt dei carabinieri epochi attimi dopo uscì fuori strada provocando la morte dellapasseggera che era con lui e non indossava il casco. Conl'accusa di omicidio volontario il gup del Tribunale di Bologna,Domenico Pansa, ha condannato Abderrahman Jammoua, marocchino35enne, alla pena di 15 anni per aver causato il decesso diBenedetta Carrà, 29 anni, impiegata all'Unipol con cui aveva unarelazione, madre di un bimbo di otto. Il pm Francesco Calecaaveva chiesto 22 anni per l'imputato. L'incidente avvenne adAltedo di Malalbergo, nel Bolognese. Quando i militari raggiunsero la moto, dopo aver visto lacaduta, Abderrahman Jammoua scappò tra i campi, ma furintracciato e arrestato il pomeriggio dopo. Il Tribunale delRiesame, su richiesta dell'avvocato Fabio Loscerbo, lo scarceròderubricando il reato in omicidio colposo e il ragazzo venneanche rimpatriato. Il 35enne è tornato in Italia per ilprocesso, in abbreviato.
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.