ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria, incidente uccide 9 persone: il guidatore era in diretta su Facebook

Lettura in corso:

Ungheria, incidente uccide 9 persone: il guidatore era in diretta su Facebook

Ungheria, incidente uccide 9 persone: il guidatore era in diretta su Facebook
Dimensioni di testo Aa Aa

Il conducente di un minibus coinvolto in uno scontro mortale in cui hanno perso la vita nove persone stava trasmettendo in diretta su Facebook al momento dell'incidente. Nel video qui in alto si possono vedere gli istanti prima del fatale schianto.

La tragedia della strada è avvenuta in Ungheria, martedì pomeriggio. Vittime otto passeggeri, due donne e sette uomini di origine rom, e il conducente. Il veicolo, immatricolato in Romania, si è schiantato contro un camion proveniente in direzione opposta.

Tutte le vittime sono stati identificate come cittadini rumeni. Lo ha confermato il ministero ungherese degli Affari esteri, che ha istituito una unità di crisi per assistere le famiglie delle vittime.

Il gruppo stava tornando dalla Slovenia dove le vittime svolgevano lavori agricoli stagionali.

Secondo media nazionali ungheresi, due erano le coppie presenti a bordo. In tutto sono 16 gli orfani lasciati dall'incidente: una delle coppie ne aveva sei, il più grande di 15 anni, il più piccolo di 6. Il marito di una delle vittime era anch'egli in Slovenia per lavorare ma ha deciso di tornare a casa con la sua macchina, salvandosi.

L'incidente è avvenuto sulla strada _4-es út),_ considerata una delle più pericolose arterie del Paese dall'istituto per la mobilità veicolare per via della sua tortuosità e dell'elevato traffico, composto soprattutto da mezzi rumeni costretti a passarvi per fare la spola avanti e indietro.

Nel 2016 sono morte su questo tratto di asfalto 13 persone. Tra le vittime della 4-es út anche un famoso attore ungherese, István Bubik.

Il sindaco del villaggio in cui vivevano le vittime ha detto che le autorità sono alla ricerca di una soluzione per l'affidamento dei bambini.

Aggiornamento 24/5: Il nome dell'autista, diffuso dalla polizia ungherese, è Peter K., 38 anni. Ha cominciato la diretta prima di iniziare la fase di sorpasso, continuando a leggere i commenti che arrivavano anche mentre superava gli altri veicoli. Questo il motivo dello schianto contro il camion che procedeva in direzione opposta e che trasportava sabbia.

Non si sarebbe trattato del suo primo incidente. Un amico dell'autista ha dichiarato ad un giornale rumeno che un paio di anni fa avrebbe avuto un altro sinistro, causando il ferimento di due persone (di cui uno finito in coma).

Peter K. era solito fare carpooling, mettendo in vendita passaggi economici da e verso Ungheria, Romania e Ucraina nel suo minivan. La maggior parte di questi passaggi non avvengono tramite una piattaforma come BlaBlaCar ma sono effettuati "in nero", senza alcuna regolamentazione.