ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chi è Michael Curry, vescovo afroamericano autore del sermone "infuocato" al Royal Wedding

Lettura in corso:

Chi è Michael Curry, vescovo afroamericano autore del sermone "infuocato" al Royal Wedding

Chi è Michael Curry, vescovo afroamericano autore del sermone "infuocato" al Royal Wedding
Dimensioni di testo Aa Aa

Non solo cori gospel e la performance del grande classico, Stand by Me. Tra i momenti più memorabili del royal wedding tra il Principe Harry e Meghan Markle, da oggi loro Altezze Reali il Duca e la Duchessa di Sussex, c'è stato indubbiamente la predica "infuocata" del reverendo Michael Curry, vescovo di Chicago.

Nel suo appassionato sermone, in pieno stile evangelico, ha parlato della forza dell'amore (qui il testo completo). Davanti a lui, mentre citava Martin Luther King, un ipad con il testo del discorso ma anche le facce quantomeno basite di molti invitati, non abituati allo stile così poco ingessato di un ministro di culto.

Ordinato prete nel 1978, Michael Curry è vescovo della Chiesa episcopale, emanazione Usa dell'anglicanesimo, nella diocesi di Chicago. Una delle poche che accetta i matrimoni gay in chiesa (l'altra è la chiesa episcopale scozzese).

In passato ha alzato la voce contro le discriminazioni razziali, lo sfruttamento sessuale e l'uguaglianza LGBT. Stando a quanto scrive nella sua biografia, Songs My Grandma Sang, discende da una famiglia di schiavi raccoglitori di cotone in North Carolina e Alabama.

Di recente ha fatto campagna per la creazione di centri di assistenza familiare ed educativa nei sobborghi delle parrocchie in North Carolina, Ohio e Maryland.

"Questo modo di amare disinteressato, in grado di sacrificarsi, redentivo, cambia la vita. E può cambiare questo mondo. Se non mi credete, fermatevi a pensare e immaginare. Immaginate quartieri e comunità, in cui regna l'amore. Immaginate governi e nazioni, in cui regna amore. Immaginate gli affari e il commercio, in cui regna amore. Immaginate questo nostro vecchio mondo stanco, in cui regna amore".

In molti hanno notato le facce quantomeno perplesse di molti invitati mentre ascoltavano il veemente sermone di Curry. Elton John incluso. La Duchessa di Cornovaglia e David Beckham hanno più volte sorriso, scrive la BBC.

"La forza controllata del fuoco, sull'aereo, mi ha portato qui. Il fuoco rende ci possibile inviarci messaggi, tweet, e-mail, usare Instagram e Facebook e socialmente essere disfunzionali l'uno con l'altro. Il fuoco rende tutto questo possibile", ha aggiunto con ironia.

Il politico laburista Ed Miliband ha scritto su Twitter che per poco, dopo averlo ascoltato, non si è convertito.

Il vescovo episcopaliano ha anche citato in conclusione il gesuita cattolico Teilhard de Chardin per dire che “scoprire l’energia dell’amore sarà la seconda scoperta rivoluzionaria dell’umanità”.

Martin Luther King aveva ragione, ha concluso. "Dobbiamo riscoprire la forza redentiva dell'amore". E infine, rivolgendosi agli sposi: “Fratello, sorella, Dio vi ama. E possa Dio custodirci tutti nelle sue mani onnipotenti d’amore”.